BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

FLOP DI FORZA ITALIA/ Dalle acclamazioni ai casting: le colpe di Berlusconi

Pubblicazione:martedì 25 novembre 2014

Silvio Berlusconi (Infophoto) Silvio Berlusconi (Infophoto)

“Ormai Forza Italia è ridotta a un cespuglio, proprio ciò che Berlusconi ha sempre detto di non sopportare”. E’ il commento di Mattia Feltri, giornalista politico de La Stampa, alle elezioni regionali di domenica. In Emilia-Romagna, Forza Italia prende l’8% contro il 25% delle regionali del 2010. In Calabria è al 26,6% (sommando Forza Italia, Casa delle Libertà e Fratelli d’Italia), mentre nel 2010 il Pdl era al 57,8%.

 

Come definirebbe il risultato di Forza Italia?

E’ un risultato disastroso. In Calabria, dove un tempo era molto forte, Forza Italia ottiene il 26,6%, una percentuale che fino a qualche anno fa sarebbe stata drammatica anche come media nazionale. Il risultato in Emilia-Romagna si commenta da sé, perché prende l’8% contro il 25% del Pdl nel 2010. Ma è soprattutto la reazione di ribellione a Berlusconi in Forza Italia a essere triste.

 

Qual è stato l’errore di Berlusconi?

Quando il rapporto tra il leader di un partito e chi vi aderisce nell’arco di un ventennio è improntato sulla fedeltà e chi cambia idea è dichiarato un traditore perché non si è in grado di cogliere il suo cambio di prospettiva, poi non ci si può che aspettare l’accoltellamento nel momento in cui il leader si è indebolito.

 

Berlusconi riuscirà ancora a risollevare le sorti di Forza Italia?

Forza Italia se non è morta è gravemente malata. Possiamo pensare che per Berlusconi le amministrative sono sempre state un problema, ma l’8% dell’Emilia-Romagna documenta che siamo a percentuali da cespuglio. Forza Italia sta diventando quello che il Cavaliere non ha mai sopportato: un piccolo partito. Ormai è al di sotto della soglia psicologica del 10%, in una realtà dove 15 anni fa Forza Italia era riuscita a conquistare il Comune di Bologna con Giorgio Guazzaloca.

 

Il centrodestra riuscirà a trovare nuovamente una sua unità?

Si parla molto dei tentativi di rimettere insieme Forza Italia, la Lega nord, il Nuovo Centro Destra e Fratelli d’Italia. Io però li ritengo molto velleitari, vecchi e superati. Quando nel 2008 Berlusconi vinse le Politiche, il centrodestra aveva ottenuto il 38% mettendo insieme tutti i partiti dell’area. Ora un risultato simile è inimmaginabile, e intanto alle Europee Renzi ha preso il 41%. La Lega nord in Emilia è al 19,42%.

 

Salvini prenderà il posto di Berlusconi?


  PAG. SUCC. >