BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

RETROSCENA/ Ostellino: Renzi al posto di Letta? Deciso a tavolino con Berlusconi...

Enrico Letta (Infophoto)Enrico Letta (Infophoto)

Probabilmente sì. Questa forma di alleanza è nata in quelle due ore e mezza; d’altra parte, siccome Renzi proponeva di fare una riforma che inquadrasse anche le regole del gioco della democrazia, era naturale che coinvolgesse anche l’altro grosso partito del Paese.

 

È trapelata una voce che parla di un accordo Renzi-Berlusconi per andare alle urne ad ottobre…

Io dissi che bisognava andare alle elezioni nel 2011 quando Berlusconi perse la maggioranza in Parlamento. L’invenzione di Napolitano fu dettata dalle migliori intenzioni, ma come sempre succede in questi casi si finisce all’inferno. Quello del presidente della Repubblica è stato, a mio avviso, un errore.

 

Prima ha citato il Gattopardo. Uniamo i puntini: Alan Friedman e le rivelazioni su Napolitano…

Ripeto, nel 2011 Napolitano ha sbagliato, come ha sbagliato negli ultimi tempi. Questo non significa che non sia un galantuomo. Di fronte a quello che ha che portato alla luce Friedman i sostenitori del capo dello Stato hanno infatti detto: “Ha fatto bene perché è un galantuomo”. Anche mia madre era una signora per bene.

 

Ma scusi, del fatto che Forza Italia e Pd si sarebbero accordati per andare a votare dopo l'estate cosa ne viene?

Dico solo che andare alle urne non è mai un male. Consultare gli italiani per sapere cosa pensano è un bene. La democrazia funziona così. E adesso invece hanno imposto il terzo presidente del Consiglio non eletto.

 

Letta: da chi è stato tradito e che fine farà?

Non credo proprio che abbandonerà il Pd e non parlerei di tradimento: in politica cambiano le opinioni e le maggioranze; in più il suo governo non è che abbia brillato per attività. Il suo esecutivo vivacchiava e i suoi ne hanno fatto un altro sperando che non vivacchi, tutto qua.

 

(Fabio Franchini)

© Riproduzione Riservata.