BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GOVERNO RENZI/ Casarini (ex no global): siamo in mano ai "nuovi" oligarchi

Pubblicazione:mercoledì 19 febbraio 2014 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 19 febbraio 2014, 10.08

Luca Casarini (Infophoto) Luca Casarini (Infophoto)

Questo sicuramente. Io penso infatti che Renzi e Berlusconi si piacciono tanto perché si assomigliano nel profondo. L’egemonia culturale prodotta in questi 20 anni di Berlusconi è ben lontana dal finire con Renzi. È chiaro che molti avevano riposto in lui delle speranze. È arrivato con il suo slogan della rottamazione del vecchio, ma qui si sta riproponendo un modello ancora più vecchio – l’oligarchia – e la personalizzazione estrema, a fronte di un sensibile impoverimento del dibattito politico e culturale.

 

Nel corso della telefonata scherzo de La Zanzara con il finto Nichi Vendola, Fabrizio Barca ha espresso le proprie perplessità su Matteo Renzi dicendo “tra 30 giorni quando si capisce che non c’è niente…”

Io dico questo: è possibile pensare che con le larghe intese a maggioranza variabile nei prossimi 4 mesi – come ha datto Renzi – facciano la riforma elettorale, del lavoro, del fisco e della pubblica amministrazione? E posto anche il caso che ci riuscisse, che senso avrebbe allora rimanere fino al 2018? A me sembra un videogioco dove vengo sbandierati obbiettivi-slogan, ma la realtà – dei precari, degli operai e via così – è ben diversa. Tanto fumo negli occhi e poco arrosto, mentre il Paese va allo scatafascio.

 

(Fabio Franchini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
20/02/2014 - no global (luisella martin)

Cosa significa ex no global? Cosa vuol dire "no global"? Credo che sia necessario che tutti, specialmente i giornalisti, utilizzino un linguaggio chiaro e semplice, come fa il nostro Papa. Renzi usa un linguaggio suggestivo che é stato ritenuto erroneamente semplice e così tutti lo abbiamo applaudito, interpretando le sue parole a modo nostro; adesso stiamo vedendo cosa vuol fare! Purtroppo, applicando il metodo delle raccomandazioni, ci sono molti stupidi tra le persone che contano e molti intelligenti fra quelle che contano poco o niente. Questo cambia totalmente i rapporti che c'erano - quando nacque la Costituzione -tra il popolo e il potere politico, perché inchioda chi comanda ad essere trasparente e sincero. A me le argomentazioni di Casarini sembrano espresse chiaramente e di buon senso: le condivido in pieno.