BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NUOVO SENATO?/ Il giurista: il Renzi-pensiero ha partorito una scatola vuota

Il Senato: destinato a rimanere vuoto? (Infophoto) Il Senato: destinato a rimanere vuoto? (Infophoto)

Organi senza poteri non sono solo inutili: spesso sono dannosi perché avallano l'idea che la politica e le sue istituzioni siano senza un senso, senza una capacità di costruire il bene comune, così screditando le istituzioni nel loro complesso (come se già non bastasse la visione desolante della politica stessa o almeno di alcune sue componenti che le recenti vicende di malcostume o la maleducazione istituzionale sembrano mediare).

Pertanto, mentre sulla legge elettorale esito del compromesso Pd-FI si poteva dire che – almeno – era un tentativo migliorabile, un inizio da cui partire per costruire una alternativa al Porcellum, qui si è di fronte ad una costruzione di ingegneria costituzionale che ha poca sostanza e scarsa capacità di incidere realmente in vista di un cambiamento dell'assetto dei poteri di vertice del nostro Stato. Non resta che attendere o dei chiarimenti sostanziali del pensiero renziano, o qualche altra proposta che abbia contorni un po' meno indefiniti e una maggiore possibilità di avere quel tanto di consenso che le permetta di affrontare non a cuor leggero l'avventura (ardua) del processo di cambiamento della Costituzione.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
07/02/2014 - riforma o cancellazione del Senato (umberto persegati)

Le osservazioni della Violini all'annuncio della riforma del Senato secondo Renzi fanno pensare che si sia voluto scherzare o indurre ad abolire l'organo. A prescindere da qualsiasi inclusione di altri elementi, che mancano nell'annuncio, penso che l'interesse dei cittadini sia quello di non far nascere un aborto al posto di un duplicato.