BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

ITALICUM/ Legge elettorale: video, la diretta del voto alla Camera. Lunedì 10 marzo (aggiornamenti alle ore 11.40)

La nuova legge elettorale si avvia verso il primo sì della Camera, ma ci sono ancora diversi nodi da sciogliere. Le trattative sono in corso, soprattutto sulle quote rosa. Gli aggiornamenti.

Foto: InfoPhotoFoto: InfoPhoto

La nuova legge elettorale si avvia verso il primo sì della Camera, ma ci sono ancora diversi nodi da sciogliere. Le trattative sono in corso e il Comitato dei nove della commissione Affari costituzionali di Montecitorio, in programma stamattina alle 9.45, non ha ancora ripreso i lavori. "Spero questa sia la volta buona. Che si faccia una legge elettorale che porti al ballottaggio impedendo di fare larghe intese e impedendo di fare giochini da Prima Repubblica mi pare un bene – ha detto Matteo Renzi ospite ieri sera a Che tempo che fa - Poi si riduce il potere dei partitini, noi come centrosinistra ne abbiamo sofferto molto. Questa legge va a superare questo problema. Siamo a un passo. Domani si risolve, al massimo martedì mattina". L’ostacolo principale è rappresentato al momento dal dibattito sulle quote rosa. “Non voglio farlo sembrare poco importante – ha aggiunto il premier - al governo ci sono 8 donne e 8 uomini per la prima volta. Non credo però che la parità di genere si affermi con un principio legislativo. Alle donne vorrei dire che la parità vera in Italia è quando una donna non prende meno di un uomo con lo stesso mestiere, quando una donna non firma lettera di dimissioni perché è incinta. Io sono per la parità, l'ho dimostrato, ma questo non si affronta solo con una questione di poltrone in Parlamento". Sulla necessità di garantire le quote rosa è però intervenuta anche Laura Boldrini: “Spero che queste ore portino consiglio a chi dovrà decidere su come regolarsi sulle quote di genere", ha detto la presidente della Camera, secondo cui “il 50% della popolazione è costituita da donne. Oggi abbiamo buoni motivi perché ci sia una adeguata rappresentanza che ci restituisca il peso della democrazia come soggetto attivo". Inoltre, “il 67% degli italiani è favorevole e voterebbe i partiti con ai vertici le donne. Questo fa paura. C'è grossa resistenza di chi ha sempre avuto le leve del potere", ha spiegato la Boldrini ospite di Lucia Annunziata a In Mezz’ora. Sull’argomento c’è stata una parziale apertura da parte del Nuovo Centrodestra ("Noi siamo molto aperti, così come siamo assolutamente a favore delle preferenze - ha detto Alfano - Il punto è se per raggiungere un determinato obiettivo siamo pronti a far crollare tutto l'impianto della legge elletorale"), mentre un forte stop è giunto da Forza Italia.