BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

J'ACCUSE/ Pomicino: caro Amato, il debito lo ha fatto la 2^ Repubblica, ecco le prove

Pubblicazione:martedì 4 marzo 2014

Giuliano Amato (Infophoto) Giuliano Amato (Infophoto)

La cosiddetta "prima Repubblica" lasciò un debito di 839 miliardi di euro. In larghissima parte nelle mani degli italiani. La "seconda Repubblica", in vent'anni di debiti ne ha aggiunti 1.200 miliardi. E la quota nelle mani degli investitori esteri è arrivata negli anni scorsi sino al 50%. E, come direbbe De Filippo, "ho detto tutto".

Amato non è candidato alla successione di Napolitano?
Io non credo che Amato abbia detto queste cose, probabilmente le sue parole sono state travisate. Altrimenti sarebbero veramente testimonianza di vuoti di memoria.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
04/03/2014 - I debiti ce li fanno fare tassandoci troppo! (claudia mazzola)

Oggi mio marito è riuscito a saldare una tassa, in ritardo ma con il ravvedimento. Evviva! Un altro pezzettino di debito se ne è andato grazie a Dio e mio marito che corre da mattina a sera, altro che alla politica.

 
04/03/2014 - I Politici di prima e di seconda Repubblica (Giovanni Menegatti)

Tutti danno la colpa sempre agli altri, questa è la verità, nessun politico ammette che da quando sono partite le Regioni, e cioè negli anni 70, è partito il mostro della nostra Italia divorando risorse immense per produrre solo piu burocrazia e allungare i tempi di qualsiasi opera che si andava a realizzare. Pechè non si pensa quanto costano oggi le 21 Regioni, e in cambio cosa producono? Se i Politici non si mettono in testa che il paese non è piu in grado di sopportare tutto questo e quindi di resettare, tutti i poteri e rifare con una precisa e semplice normativa tutte le deleghe Regionali tipo quelle dei land Tedeschi avremmo sempre questo immane debito.