BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS PD/ Furio Colombo: Renzi fa il "despota" ma alle europee sarà un bagno di sangue

Pubblicazione:giovedì 10 aprile 2014

Infophoto Infophoto

L'abolizione immediata del Senato mi pare eccessiva. Molto prima del riflettere se è necessario o no avere due Camere, appare sbagliata per il modo con cui è stato fatta così su due piedi e soprattutto senza un dibattito svilendo coloro che volevano aprire quel dibattito e che, attenzione, non erano i senatori ma persone come Rodotà e Zagrebelsky. La velocità e l'immediatezza di fare le cose perché si è detto che si fanno e dunque si devono fare, può magari andare bene per un imprenditore, ma un po' meno per un presidente del consiglio.

 

C'è poi l'episodio del disegno Chiti di riforma del Senato non ritirato nonostante la richiesta dei senatori del Pd di ritirarlo. Ulteriore segnale di disagio all'interno del Pd?

Per forza c'è disagio nel Pd. Non si può annunciare l'abolizione a tutti senatori del Pd compresi senza aver partecipato a un disegno di riforma della Camera alta e poi farli anche portatori di quel disegno di abolizione di se stessi. L'infelicità di questa sequenza non ha a che fare con il mantenere o riformare il Senato, anche se francamente una idea del Senato del tempo libero fatto cioè solo nelle ore serali perché durante il giorno i senatori devono svolgere il lavoro per cui sono stati eletti è una idea stravagante. Ci sono tanti modi per fare una riforma delle Camere come in altri paesi ma non il Senato del tempo libero. 

 

Sembra di capire che lei lamenta una mancanza di dibattito interno nel Pd.

Infatti è così. Le direzioni del Pd sono diventate una tribuna a senso unico, così come le conferenze stampa di Renzi che sono delle tribune di ascolto, dice ai giornalisti fate domande veloci e poi quando risponde si prende un quarto d'ora di tempo per ogni domanda e chiude la conferenza stampa.

 

C'è poi il fonte Forza Italia, che sta alzando il tiro nei confronti di Renzi.

E' chiaro che si sta alzando il tono in vista della decisione del giudice sulla pena accessoria sperando che la posponga o sia incredibilmente tollerante. Personalmente credo che non succederà niente di importante oggi. Non dico temo perché l'uomo Berlusconi è effettivamente ridotto ai minimi termini: dico che credo parteciperà alla campagna elettorale e non credo ci sarà niente di drammatico nelle cosiddette pene accessorie.

 

A proposito di elezioni europee, secondo lei come ne uscirà la leadership Renzi? Rafforzata o indebolita?

Devo dire su questo che Renzi ha la sfortuna di avere le elezioni europee prima di quelle politiche e questo certamente lo danneggia.

 

Perché? 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >

COMMENTI
11/04/2014 - Ecco I soliti della Sinistra conservatrice (Giovanni Menegatti)

Puntuali come sempre al Carachiri, i soliti statalisti conservatori di sinistra. Ogni volta che qualcuno vuole innovare anche diminuendo certi stipendi dei burocrati di stato, vuole razionalizzare le spese anche riducendo i famosi enti inutili. Puntualmente intervegono sempre i santi protettori come Furio Colombo o Fassina assieme al ex magistrato Casson perche si tocca la casta dei magistrati. A questi non va bene neanche la riforma del senato perchè non sanno come possano sopravivere politicamente, fregandosene dei risparmi.