BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ Polito: Berlusconi è il "jolly tuttofare" di Renzi

Silvio Berlusconi (Infophoto)Silvio Berlusconi (Infophoto)

Se parliamo di personale politico può anche essere, ma nel partito c’è una questione molto più seria: la scissione, più che tra gli esponenti azzurri, sta avvenendo nell’elettorato. Se Berlusconi non riesce, con qualche colpo di coda, a riportare nel proprio bacino quei voti che ora sono in uscita, allora sono guai molto più gravi di chi abbandona o meno la nave. Si tratterebbe di un prosciugamento del fenomeno; si concretizzerebbe così il rischio che si è sempre paventato in questi anni, ovvero la reale capacità di Forza Italia di sopravvivere all’uscita di scena del suo fondatore. Per il panorama politico italiano sarebbe una cosa grave: penso che sia molto meglio che esista un grosso partito di centrodestra.

 

Voti che confluirebbero più verso Renzi o Grillo?

Secondo me un passaggio diretto (più o meno massiccio) di voti da Forza Italia al Pd di Renzi è complicato. Io credo che ci sia gente in Italia che, per principio, non vota a sinistra. E si tratta di una fetta abbastanza consistente. Il travaso, invece, verso l’astensionismo e M5s mi sembra molto più facile: Grillo non ha posizioni tanto distanti dalle punte più populistiche di Forza Italia nei confronti, per esempio, dell’Europa.

 

(Fabio Franchini)

© Riproduzione Riservata.