BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

PD CONTRO RENZI/ Chiti: la mia riforma del Senato è migliore e non la ritiro

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Matteo Renzi (Infophoto)  Matteo Renzi (Infophoto)

Ritengo che sulla questione della riforma del Senato non si possa ragionare in termini di spaccatura, né del Pd né di Forza Italia. Sulle riforme costituzionali c’è un ruolo del Parlamento e dei singoli parlamentari, ed è quindi un errore basarsi solo sulle maggioranze di governo. Se De Gasperi avesse posto la fiducia o messo dei pilastri insuperabili, la Costituzione Italiana non sarebbe nata. La grande lezione dei padri costituenti è stata che si è rotto un governo di unità nazionale, Pci e Psi passarono all’opposizione, ma la Costituzione fu approvata quasi all’unanimità.

 

Cercherete di approvare il vostro ddl con un dialogo con Berlusconi e Forza Italia?

Il confronto è alla luce del sole, e il nostro disegno di legge è stato inviato a tutti i senatori. Tra i firmatari c’è un senatore di Gal, 12 fuoriusciti dal M5S, tre esponenti di Sel, uno del Gruppo delle autonomie. Ci sono inoltre moltissime convergenze tra la nostra proposta e quella del senatore Calderoli. Alcuni punti di contatto esistono inoltre con il disegno di legge presentato dal senatore Minzolini e da 37 senatori di Forza Italia. Non ci sono quindi trappole o meccanismi, il dibattito si svolgerà apertamente prima in commissione e poi in aula.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.