BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAOS NCD/ Il dissidente: ecco perché chiediamo ad Alfano di farsi da parte

Angelino Alfano e Maurizio Lupi (Infophoto) Angelino Alfano e Maurizio Lupi (Infophoto)

La vera questione non è unificare due partiti, bensì di mettere insieme la stragrande maggioranza degli elettori italiani che hanno una visione moderata e popolare. Questa è la sfida, anche se poi c’è bisogno di leadership, di iniziativa, di identità chiare. L’elettore deve percepire con immediatezza qual è la proposta politica, moderata e popolare, che aspira ad avere una vocazione maggioritaria non solo nella metafisica del centrodestra, ma anche nello scenario politico italiano.

 

Come si può ritornare protagonisti sulla scena politica dei moderati?

Innanzitutto comportandosi con serietà e coerenza, dando una forte spinta al cambiamento, partecipando responsabilmente alla stagione delle riforme e assumendosi le proprie responsabilità alla luce del sole. I moderati italiani chiedono di essere rappresentati e di trovare risposte ai loro bisogni e alle loro istanze. Tutto ciò va perseguito con estrema convinzione e con comportamenti seri.

 

Ncd sta già partecipando alle riforme del governo Renzi. Perché questo non basta?

Perché il processo che va intrapreso è molto più complesso. Ci sono tante riforme da fare nel Paese, è una sfida impegnativa che questa legislatura deve poter approntare in maniera risolutiva. Da questo punto di vista anch’io sono renziano.

 

Come valuta il ruolo di Ncd nel processo di riforma?

Ncd sta facendo la sua parte, quello che può, anche se talvolta il governo assomiglia a un monocolore. Spero che Renzi nei prossimi giorni, quando avrà l’occasione di aprire la campagna elettorale, faccia un grande appello agli italiani, come fece De Gasperi nel 1953, chiedendo loro di andare a votare e di scegliere i partiti che sostengono il suo governo. Ncd si sta facendo carico di un’azione dirompente sul piano del cambiamento del Paese che necessita di un sostegno forte e convinto da parte dei cittadini.

 

Quali saranno le conseguenze della vostra lettera sulla tenuta del governo?

Sulla tenuta del governo non avrà alcun rilievo. E’ una questione interna al partito che io spero si possa chiarire al più presto.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.