BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MANOVRA/ Se anche Washington "boccia" Renzi

Matteo Renzi (Infophoto) Matteo Renzi (Infophoto)

Con questa Europa divisa e litigiosa, incapace di esprimere una politica estera indipendente dagli Usa e dalla Russia, come ha dimostrato il tragico errore sull’Ucraina, ma anche quelli nelle “primavere arabe”, “non è quindi difficile prevedere un ulteriore indebolimento della nostra posizione nel mondo, fino ad arrivare all’irrilevanza”. Prodi conclude che “se vogliamo garantirci un futuro abbiamo quindi bisogno di un’Europa più forte e più unita”.

È certamente vero, ma non basta. Ci vuole un nuovo progetto politico, sociale ed economico europeo che tenga conto del mutato contesto mondiale e delle condizioni interne, demografiche e sociali dell’Europa stessa. A questo proposito qualche pista di riflessione potrebbe rilanciare nei giovani, anche quelli al governo, la voglia di impegnarsi alla (ri)costruzione della nostra Europa, sia a livello dell’Unione europea sia a quello degli stati nazionali:

A) Abbandonare ogni idea geocentrica (dal Made-in alla moneta) e ripensare il modello economico nel quadro dell’irreversibile catena lunga della mondializzazione che per gli europei si traduce in tre imperativi di competitività: più conoscenza; più innovazione; più creatività;

B) Abbandonare ogni idea proto- e post-nazionale (dagli stati-nazione al super-stato europeo) e concentrare tutti gli sforzi sulla costruzione di un nuovo modello di potenza del XXI secolo che ha tre caratteristiche primarie: equità sociale; sostenibilità ambientale; valorizzazione qualitativa;

C) Abbandonare ogni idea militare (dagli eserciti nazionali alle alleanze stile Nato) e concentrare tutti gli sforzi sulla costruzione di capacità strategiche del XXI secolo che per gli europei si traduce in tre obiettivi primari: intelligence costruita attorno ai concetti reticolari, dei flussi e della dimensione cyber; un ampio contingente di forze civili per la prevenzione e la cooperazione; un vasto programma di educazione e di scambio educativo interno ed esterno all’Europa.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
09/04/2014 - Alunno bravo x me, somaro x Washington (claudia mazzola)

Io non boccio Renzi, lo promuovo, anche se non voto Pd. Comunque quelli del suo partito non gli faranno fare niente.