BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

ELEZIONI EUROPEE 2014/ 2. Le tre "Europe" che non vogliamo

InfophotoInfophoto

Non è un caso che l'Inghilterra non entrò sin dalla sua costituzione nella Cee, che considerava un progetto (un mercato comune e qualche sparuta politica finanziata insieme) troppo ambizioso contrapponendovi l'Efta (una pura area di libero scambio). I fatti successivi le diedero torto e fu costretta a bussare alle porte della Cee nel 1961 per esservi ammessa, dopo essere stata posta in quarantena per 10 anni da De Gaulle, nel 1972. Accadrebbe la stessa cosa se un progetto federale avesse successo con un più ristretto numero di paesi. Purché sappiano dove andare, non chiedano permesso promuovendo un lucido atto di realismo politico a cui far seguire nuovi trattati fuori dall'unanimismo a 28 di Lisbona (cosa già avvenuta con il "Fiscal Compact") e ci vogliano  andare davvero.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
13/05/2014 - Comunque... (Diego Perna)

Io di una cosa sono certo, con la lira lavoravo, con l'euro non più. E questo è un fatto. Anche per tanti altri, cari economisti europeisti.