BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BERLUSCONI & COMPLOTTI/ Così l'Europa ha voluto punire il "piccolo Putin"

Pubblicazione:domenica 18 maggio 2014 - Ultimo aggiornamento:domenica 18 maggio 2014, 9.24

Infophoto Infophoto

Mi sembra che Berlusconi non abbia compreso la natura reale del potere di Putin e del putinismo in Russia.

 

Cioè?

La Russia sta vivendo il passaggio da un regime autoritario, quale poteva essere nel 2010, a una visione del tutto totalitaria, che per sua natura deve certificare il proprio potere con la forza. L'equivoco di Berlusconi con Putin è lo stesso avuto con Gheddafi. Da imprenditore molto navigato, Berlusconi coglie le opportunità di aperture commerciali ma senza riflettere sulle implicazioni politiche; ma in questo modo provoca dei disastri, come abbiamo potuto vedere.

 

E' esagerato dire che Forza Italia stia alla Russia di oggi come il Pci stava all'Unione Sovietica?

 

Credo sia esagerato. Mentre il Pci era ideologicamente omogeneo all'Urss nel senso che aderiva ai principi fondamentali del marxismo-leninismo, Forza Italia non sa nemmeno cosa sia il putinismo. Che mantiene all'esterno la struttura del comunismo con l'inno sovietico, l'espansionismo, la guerra patriottica, e invece all'interno è di tipo nazional socialista.

 

Ci spieghi meglio.

Il non avere problema a versare del sangue, il considerare che dove c'è un russo c'è la Russia. Un'ideologia già vista ai tempi di Milosevic nell'ex Jugoslavia, che adesso si ripresenta con una minaccia però più forte per tutta l'Europa. Forza Italia non si rende conto di questa minaccia, dando vita a un equivoco pericoloso per lei stessa e per l'Italia. Finisce per essere un partito pro-russo che non coglie il senso di quello che sta accadendo, come allo stesso modo ai tempi dell'Unione Sovietica e del Reich nazista molti non avevano colto la portata di quei totalitarismi e continuavano a illudersi di poter avere con essi buoni rapporti.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.