BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DIETRO LE QUINTE/ Così gli Usa "spingono" Grillo contro la Merkel

Pubblicazione:

Timothy Geithner (S) con Barack Obama (Infophoto)  Timothy Geithner (S) con Barack Obama (Infophoto)

Gli Usa debbono concludere un disegno imperiale che ha uno dei due corni, quello atlantico, nell’accordo tra Usa e Europa, che fa da contraltare a quello ben difficile che debbono concludere nel Pacifico per contenere la Cina sempre più aggressiva. Per questo si pubblicano libri come quello di Geithner o di Friedman: per dare un colpo duro e deciso alla politica italiana affinché prenda contezza dei pericoli che fa correre - con la sua insipienza e il suo indecisionismo e la sua mancata legittimazione democratica dei governi che si susseguono - a tutto l’Occidente, Usa in testa.

Gli Usa non reggerebbero una crisi mediterranea con ondate di immigrati e di rifugiati politici che si riversano di già in Italia e di lì in Europa. Gli Usa conducono una battaglia per interposta persona contro la deflazionistica Merkel anche intervenendo direttamente nei fatti politici italiani. E ritengono che la partita sia così importante che si può anche favorire Grillo per rimettere in moto tutto il sistema di poteri italici e poi europei. Se lo scandalo Berlusconi-Tremonti serve allo scopo bene venga.

È un gioco, certo, pieno di rischi, ma forse meno di quanto non si creda. La mia età mi fa ricordare i tempi quando si dormiva fuori casa ogni notte in un letto diverso per le minacce delle Brigate rosse e per i morti che si succedevano nella mia Torino con infami maestri oggi agli onori delle cronache e dei poteri. Grillo in definitiva dice ai suoi seguaci di farsi eleggere nelle istituzioni democratiche e dietro il suo barbaro linguaggio non intravedo né pistole, né assassini a sangue freddo, ma spesso molta buona volontà e molto impegno civile che attende di migliorarsi e di migliorare il modo.

Ancora una volta gli Usa danno un aiuto a un Paese che stenta a essere nazione come l’Italia, che ha perso completamente il suo spirito, che ha perso la sua anima…



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.