BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI EUROPEE 2014/ Cazzullo: il Pd "tifa" Berlusconi per evitare il voto anticipato

Pubblicazione:

Silvio Berlusconi (Infophoto)  Silvio Berlusconi (Infophoto)

Se ciò avvenisse sarebbe un risultato clamoroso. Già il 25% ottenuto un anno fa era stato qualcosa di storico. E’ pur vero che le Europee sono una sorta di sfogatoio, in cui non si vota per il governo bensì sull’Europa o meglio contro l’Europa. Il sentimento anti-europeo rafforza ancora di più l’M5S, mentre Berlusconi può parlare male fin che vuole della Merkel ma è pur sempre alleato con lei nel Ppe. Lo stesso Renzi può criticare la Merkel, ma poi deve farci i conti in quanto presidente del Consiglio. L’unico che può sparare a zero è quindi Grillo.

 

Il leader del M5S è un fenomeno esclusivamente italiano?

No. Grillo è il volto italiano di un fenomeno mondiale che è la rivolta contro le elite, le istituzioni e le forme tradizionali della rappresentanza. Impersona insomma la protesta contro le banche, il sindacato, i giornali e la politica. Non a caso il suo comizio finale in piazza del Popolo a Roma è stato tutto giocato sul “noi e loro”, dove loro sono la finanza, la stampa, l’Unione Europea, ma anche le grandi imprese. Dall’altra ci siamo noi, il popolo che è stato gabbato e cui Grillo promette di non fare pagare i debiti e dare 1000 euro come reddito di cittadinanza. E’ un’immagine consolatoria che piace soprattutto ai giovani, che hanno maturato in modo particolare questa sfiducia nei confronti di tutti, che a lungo andare diventa una sfiducia nei confronti di se stessi.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.