BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

Risultati elezioni europee 2014/ Lista Tsipras, Isole: gli eletti in Sardegna e Sicilia (oggi 27 maggio)

Pubblicazione:martedì 27 maggio 2014 - Ultimo aggiornamento:martedì 27 maggio 2014, 15.34

(Infophoto) (Infophoto)

RISULTATI ELEZIONI EUROPEE 2014, LISTA TSIPRAS PREFERENZE NELLE ISOLE (OGGI 27 MAGGIO 2014) – La sinistra italiana, seppur con un greco nel simbolo, batte un colpo. L’Altra Europa con Tsipras è riuscita a superare la soglia del 4% per entrare al Parlamento Europeo; un risultato dovuto, soprattutto, alla spinta che la lista ha ricevuto dal Centro e al Sud. Se nella circoscrizione centrale sono arrivati 267.957  voti (4.70%) tra Abruzzo, Molise, Campani, Puglia, Basilicata e Calabria eccone entrare 238.951, pari al 4.15%. È andata peggio al Nord (Ovest ed Est) e nelle Isole. Tra Sardegna e Sicilia infatti Tsipras ha conquistato 60.879    consensi (3,57%). Qui il capolista Mario Cicero che ha ottenuto14.811 preferenze, precedendo Antonio Mazzeo, al quale ne sono andate 13.364, mentre in terza posizione troviamo Barbara Spinelli 11.442. CLICCA QUI PER IL DETTAGLIO DELLE PREFERENZE DELLA LISTA TSIPRAS NELLE ISOLE

RISULTATI ELEZIONI EUROPEE 2014, LISTA TSIPRAS: MARIO CICERO Niente da fare per Mario Cicero, capolista de L’Altra Europa con Tsipras nella circoscrizione insulare. Il siciliano ha ottenuto 14.811 preferenze che però non sono state sufficienti. Ecco il suo post su Facebook con il quale ringrazia tutti i suoi elettori: “Oggi è il giorno in cui va detto grazie. Grazie a chi ha condiviso e lavorato per il nostro percorso e grazie a chi ci ha dato fiducia.Grazie alla mia Castelbuono. Il nostro era e resta un progetto ambizioso e complesso e questo non è che un inizio. La Sicilia che ho incontrato in questi giorni è una Sicilia che non vuole arrendersi e io, dal canto mio, non ho nessuna intenzione di sottrarmi a questo impegno. #forteechiaro, più di prima, il progetto per Un'Altra Europa e per una nuova sinistra”.


  PAG. SUCC. >