BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DE BENEDETTI SHOCK/ I Pm "perseguitano" Berlusconi, gli 80 euro di Renzi solo uno spot

Carlo De Benedetti è stato intervistato nel corso del programma Mix 24 da Giovanni Minoli. Fra i molti temi toccati alcuni riguardanti Renzi, Berlusconi e Papa Francesco

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Carlo De Benedetti, imprenditore e principale azionista del gruppo editoriale L’Espresso, è stato protagonista oggi di un’intervista per certi versi “shock” curata da Giovanni Minoli e trasmessa da Radio24 nel programma “Mix 24”. Tessera numero 1 del Pd, De Benedetti ha infatti detto che “gli 80 euro in tasca agli italiani sono uno spot elettorale”, riferendosi al bonus in busta paga in arrivo per 10 milioni di lavoratori grazie al decreto di Matteo Renzi.  In particolare, ha evidenziato come al momento non paiano essere parte di una misura strutturale. Presto De Benedetti incontrerà il Premier e ha spiegato che gli parlerà di una sua idea per ristrutturare il debito. “Gli Stati non hanno mai pagato i debiti”, ha aggiunto. Un’altra dichiarazione “shock” è arrivata su Silvio Berlusconi, suo acerrimo avversario ai tempi dell’acquisizione di Mondadori, operazione poi finita al centro di un processo che ha visto l’ex Cavaliere uscire sconfitto con una maxi-risarcimento da versare alla Cir di De Benedetti. “C'è stato un accanimento di Berlusconi contro la giustizia e come tutte le azioni creano anche delle reazioni per cui che ci possa essere stato nei confronti di Berlusconi un qualche modo anche eccessivo di rispondere da parte della magistratura è assolutamente nelle cose, ma però bisogna andare a vedere la causa. La causa è l'impresario Berlusconi”.

Infine, De Benedetti ha espresso un apprezzamento su Papa Francesco, che è anche intervenuto in passato su Repubblica, il suo giornale, in uno scambio epistolare con Eugenio Scalfari. Parole accompagnate da un commento molto forte sul Vaticano: “Il Papa è uno dei più grandi politici che esistono oggi sulla terra. Mi piace molto perché parla il linguaggio della verità, perché vuole cercare di scardinare quella fogna che è il Vaticano, è il Papa dei nostri tempi”.

© Riproduzione Riservata.