BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

P2/ Matteoli (ex Commissione Anselmi): ma quale eversione, è solo il mito del Burattinaio

Pubblicazione:

Licio Gelli (Infophoto)  Licio Gelli (Infophoto)

Intende che abbia usato anche la massoneria per i suoi fini personali?

Probabilmente sì. Pensare oggi che lo Stato italiano abbia avuto paura di uno come lui fa quasi sorridere.  Come ho detto, era un personaggio strano, un personaggio curioso che mentre faceva il partigiano era contro i partigiani. Poi a un certo punto fece comodo a molti farlo passare per il Belfagor di machiavellica memoria, quello che manovra tutto e tutti nell'ombra. 

 

Non ci sono dunque oscuri disegni massonici? La massoneria è sempre stata nota per presunti intrecci con la politica, per una capacità di influenzarne le decisioni. 

Non sono massone e non ho mai fatto parte della massoneria, però sono contrario a chi vuole screditare tutto e tutti, anche la massoneria, al cui interno sono certo ci siano persone rispettabilissime. Non ho mai condiviso quell'atteggiamento di discredito. 

 

In questi ultimi tempi però si torna a parlare di massoneria. c'è chi ha lanciato accuse pesanti nei confronti del presidente del consiglio Matteo Renzi, parlando di legami con la P2 addirittura.

Mi pare che in Italia ci sia la tendenza ad applicare etichette di comodo. Se si vuole screditare un avversario che è del meridione si dice che è mafioso, se invece è del centro si tratta di un massone. Pensare che Renzi diventa presidente del Consiglio grazie alla massoneria credo sia fare un torto a Renzi e dare alla massoneria una capacità che io non ho mai visto in lei.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.