BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

LEGGE ELETTORALE/ Elezioni europee, rinvio alla Corte costituzionale

Lo sbarramento al 4% del voto per quanto riguarda la legeg elettorale per le elezioni europee sarebbe incostituzionale. Lo dice il tribunale di Venezia che rinvia alla Corte costituzionale

Foto InfoPhotoFoto InfoPhoto

La soglia di sbarramento al 4% non andrebbe bene, sarebbe incostituzionale, così il tribunale di Venezia ha ordinato il rinvio alla Corte costituzionale della legge elettorale per le elezioni europee. Tutto è nato dal ricorso presentato dall'avvocato Felice Besostri, lo stesso personaggio che aveva denunciato l'incostituzionalità del porcellum con risultati clamorosi tanto da farlo bocciare dalla consulta. Il ricorso è motivato da quanto successo in Germania, dove la locale Corte costituzionale ha dichiarato incostituzionale lo sbarramento al 3%. Motivo: non è legato a un principio di governabilità del paese. Lo sbarramento italiano ugualmente sarebbe anti costituzionale in quanto viola i trattati europei. Si schierano con la decisione del tribunale di Venezia i verdi che ricordano come lo sbarramento venne inserito con quello che definiscono un blitz di cinque anni fa per ottenere più europarlamentari da parte di Pdl e Pd.

© Riproduzione Riservata.