BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SVOLTA GIUSTIZIA/ Castelli: con 80 ribelli Pd abbiamo "impallinato" i magistrati

Pubblicazione:giovedì 12 giugno 2014

La Camera dei Deputati (Infophoto) La Camera dei Deputati (Infophoto)

Se devo dire la mia impressione a caldo, ritengo che questo voto sia indirettamente frutto del declino di Silvio Berlusconi. Cerco di spiegarmi. Soprattutto sulla questione giustizia (ma non solo su questa), il Pd ha visto sempre in Berlusconi il nemico da battere. Quindi, con lui al governo o comunque in una posizione predominante sul palcoscenico italiano, c'era sempre un effetto di ricompattamento. Magari c'era chi votava senza una chiara convinzione, ma votava per battere Berlusconi. Oggi mi pare che la musica stia cambiando.

 

Lei dice che comunque si tratta di un fatto più formale che sostanziale.

Voglio proprio vederlo un italiano, con questo tipo di giustizia, che fa causa a un giudice sapendo di essere giudicato da un altro giudice. Del resto un cero tipo di interventi sarebbero possibili anche adesso. La Corte dei Conti potrebbe intervenire ad esempio su un errore per un danno erariale. Non mi risulta che tutto questo si sia mai verificato.

 

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, ha commentato il voto dalla Cina in questo modo: “E' una tempesta in un bicchier d'acqua. Il voto segreto è occasione di trappoloni. Al Senato modificheremo la legge con voto palese. Però le reazioni che vedo sono esagerate”. Si riferirà anche a quelle dell'Anm e del Csm?

Bisognerebbe chiederlo a lui. Al Senato riusciranno a spuntarla, ma con qualche difficoltà. In tutti i casi, questo voto una svolta la segna.

 

(Gianluigi Da Rold)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.