BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RETROSCENA/ Matteo usa la Lega per "spaventare" Berlusconi

Pubblicazione:domenica 15 giugno 2014

Matteo Salvini (Infophoto) Matteo Salvini (Infophoto)

È indicativo ad esempio che la Lega abbia invitato il partito dell'ex Cavaliere a sottoscrivere i referendum che intende proporre, non ottenendo al momento risposta. Se quindi Renzi realizzasse un accordo sulla riforma istituzionale scavalcherebbe Forza Italia o, in tutti i casi, metterebbe il partito di Berlusconi ancora più in imbarazzo con la Lega Nord. Qui si sprecano i "si dice".

Il problema restano però i numeri e la scelta politica di fondo di Renzi: quella di concordare le riforme con la parte più consistente dell'opposizione che, al momento, resta Forza Italia. Lo stesso Renzi ha dichiarato che, se sarà necessario, incontrerà nuovamente Berlusconi. Forse il problema reale è che per il varo delle riforme, il gioco di Renzi sia quello di fare pressione soprattutto su Berlusconi, in un momento di chiara difficoltà.

Altre brevi frasi di Calderoli sembrano proprio indicare questa "pista". A chi gli chiede: e se questo patto tagliasse fuori Forza Italia? Calderoli replica: "Qualcuno ci ha convocato quando è andato al Nazareno? No. E sulla legge elettorale Forza Italia ci ha coinvolto? No. Io penso ai cittadini e al Paese, non mi interessa altro".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.