BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 1. Folli: così il fattore "R" sta svuotando la democrazia

Pubblicazione:sabato 21 giugno 2014

Matteo Renzi (Infophoto) Matteo Renzi (Infophoto)

Ma che fase sta attraversando la politica italiana? Siamo di fronte a una grande trasformazione o a un grande assestamento? Che cosa sta producendo di fatto quello che, innegabilmente, si può ormai definire il “fattore Renzi”? Al di là del dibattito sulle riforme, sulla profondità della crisi economica e sui segnali, molto deboli, di ripresa, in queste ultime settimane, dopo il voto delle europee, ma non solo per quello, c'è un grande rimescolamento della carte tra gli schieramenti politici. Stefano Folli, grande analista di politica, editorialista del Sole 24 Ore, ex direttore del Corriere della Sera, si pone anche lui delle domande. “Non è ancora del tutto chiaro quello che sta accadendo. Si può dire che si sta strutturando un sistema maggioritario, ma al momento è come se a questo sistema mancasse qualccosa. Ed è un fatto di non poco conto. Manca l'alternativa, che esiste in tutti i Paesi che hanno sistemi maggioritari”.

 

Ben tre partiti in queste ultime settimane hanno letteralmente cambiato strategia: la Lega Nord, il Movimento 5 Stelle, la stessa Forza Italia di Silvio Berlusconi, che alla fine arriverà a un accordo sulle riforme istituzionali e sulla legge elettorale.

Sì, certamente, alla fine l'accordo si raggiungerà. Ma osservando la cronaca di queste ultime settimane, in riferimento agli schieramenti politici, direi che non solo si è visto il cambiamento di rotta dei tre partiti appena citati. Bisogna aggiungere a questo la dissoluzione di due altri partiti: Scelta Civica e la stessa Sel di Nichi Vendola. Non è cosa da poco in un arco di tempo tanto breve.

 

Si può dire che tutto questo sia frutto del risultato elettorale delle elezioni europee?

Fino a un certo punto. Il fatto è che nella situazione italiana si è come acceso un potente elemento di attrazione e tutti sembrano costretti a fare i conti con questa nuova realtà. Per cui alcuni cambiano rotta, altri appaiono come una costellazione intorno al nuovo Pd di Matteo Renzi. Che cosa può diventare Sel? Solo un partito che nella stragrande maggioranza confluisce nel Pd e va a farne la sinistra dall'interno. Anche per questa ragione parlo di una struttura maggioritaria in formazione.

 

Come definirebbe questo ruolo che Matteo Renzi ha assunto?

Inutile girare intorno ai problemi. Renzi è oggi il perno del sistema politico italiano. Ed è incredibile che tutto questo sia avvenuto così rapidamente, senza tra l'altro che ci sia stata una consultazione elettorale politica nazionale.

 

Ma una svolta maggioritaria era da tempo nelle cose, in fondo, dopo aver vissuto tantissimi anni in un sistema proporzionale che costringeva spesso al cambiamento di governo. Dopo quello che si è verificato nel passaggio tra la cosiddetta prima e la cosiddetta seconda Repubblica.  


  PAG. SUCC. >