BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 2. Il giurista: tutti i rischi della "stabilità" modello Renzi

Pubblicazione:sabato 21 giugno 2014

Silvio Berlusconi (Infophoto) Silvio Berlusconi (Infophoto)

E, così, per confondere ancora di più il quadro, ecco apparire lo spettro della democrazia diretta, il vero deus ex machina quando il dramma è al suo apice: un referendum sul semipresidenzialismo e una proposta di legge di iniziativa popolare sul presidenzialismo. Niente male, quanto ai contenuti: le due proposte hanno la stessa matrice, cioè il documento conclusivo della Commissione sulle riforme costituzionali (i saggi di Napolitano, per intendersi) e sono state a lungo discusse in quella sede apportando alla riflessione argomenti pro o contro ma tutti altamente sofisticati. Potrebbe valer la pena di rileggere quel testo (che è comunque breve, nell’insieme) per capire meglio quanto si va dicendo come al solito in modo abbastanza approssimativo. Potrebbe essere un’utile lettura per l’estate se uno ha interessi di questo tipo, a fianco – ovviamente – di ben altro nutrimento per i corpi e le menti provati dal caldo e dalla fatica. 

Una volta letto e capito tutto, peraltro, i nodi sul tappeto sono destinati a rimanere tali perché, per scioglierli, occorrerebbe riannodare i fili di una relazione che ha del fondamentale per una democrazia sana e ben funzionante, quella che – favorendo scelte di campo chiare – rafforza ora l’una parte (quella al governo, e non solo per consenso elettorale, assai fragile in tempi di crisi come il nostro) ora l’altra, quella di opposizione, la quale, invece di cercare di rosicchiare quale e là pezzetti di consenso ammaliando chi governa, ne sappia essere autorevole controparte. 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
21/06/2014 - La Merkel contro i mercati:non sono al servizio.. (Di Tolve Vincenzo)

...del popolo:l'Angela Rossa scopre tardivamente l'acqua calda? Mi chiedo, ma keskì chi li ha fatti professori in Economia, se uno scemo più scemo di ragioniere in manicomio, sa che per la ripresa dei consumi e dell'Economia, ci vuole il circolante che si ottiene con l'aumento dei salari, pensioni, detassando il costo lavoro, velocizzare i Servizi, senza burocrazie i soprattutto pagando i debiti PA? Vi sembra che Monti, Letta e Renzi abbiano fatto qualcosa di simile o il contrario? Napolitano è stato la causa e sarebbe meglio accettare la proposta di Silvio Berlusconi per eleggere il Capo dello Stato, lo vuole il Popolo non suo desiderio, naturalmente qualcuno deve pagare lo sfacelo della Economia visto che ha dimentica i nuovi confini facendo entrare non solo poveri cristi ma criminali con Porti colabrodo e Leggi permissive di Import&Export cambiando Valori e Giustizia, altro pensare al successore al Quirinale per conservare cachet, lauto stipendio&vitalizio con immunità dei magistrati, mentre i Cittadini pagare i danni dei loro errori o la Legge non è uguale per tutti?