BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

NUOVO SENATO/ Il quasi-accordo boccia il "metodo Renzi"

Pubblicazione:domenica 22 giugno 2014

Il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi (Infophoto) Il ministro delle Riforme Maria Elena Boschi (Infophoto)

Certo, è sempre possibile che, in una fase di così grave debolezza dei gruppi parlamentari, la ricerca di una qualsivoglia sintesi sul fronte delle riforme costituzionali rappresenti un'ancora di salvezza per quel ceto politico che, innanzi alla dimostrata volatilità del consenso elettorale, vede con timore l'interruzione della legislatura. 

Ciò che occorre evitare, allora, è che la riforma costituzionale rappresenti il passe-partout per imporre un mutamento di regime che non risponda alle effettive esigenze del nostro ordinamento e ai bisogni reali del nostro Paese. Due devono essere i cardini essenziali della riforma costituzionale: efficienza delle istituzioni rappresentative e democraticità dei meccanismi decisionali. Se così non fosse, si tratterebbe di una riforma inutile, se non addirittura pericolosa.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.