BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LEGA NORD/ Umberto Bossi e i figli Renzo e Riccardo: chiesto il rinvio a giudizio

Chiesto il rinvio a giudizio per Umberto Bossi e i suoi due figli nell'ambito dell'inchiesta per appropriazione indebita di fondi pubblici destinati alla Lega Nord

Foto InfoPhoto Foto InfoPhoto

Scandalo rimborsi Lega Nord. La procura di Milano ha chiesto il rinvio a processo per l'ex segretario Umberto Bossi e per i suoi due figli, Renzo detto il Trota e Riccardo. Si parla del filone dell'inchiesta detto "the family" perché riguarda i presunti vantaggi della famiglia Bossi. Indagato anche l'ex tesoriere Francesco Belsito mentre invece è stata chiesta l'archiviazione per Rosi Mauro. Truffa e appropriazione indebita sono le ipotesi di reato. Nel dettaglio. Umberto Bossi è accusato di "truffa aggravata allo stato per il conseguimento di erogazioni pubbliche" per un totale di 40 milioni di euro, nel periodo 2008-2010. C'è poi l'accusa per Bossi e i due figli di appropriazione per una cifra pari a 500mila euro, cifra presa dalle casse del partito per fini personali quali lavori nelle abitazioni private, capi di abbigliamento e la famosa laurea in Albania del figlio Renzo, costata 77mila euro.

© Riproduzione Riservata.