BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

INCONTRO RENZI-M5S/ Polito: un bluff che nasconde il matrimonio con Berlusconi

Matteo Renzi (Infophoto)Matteo Renzi (Infophoto)

Io credo che Renzi si debba porre il problema delle preferenze, che alla fine sta saltando fuori da tutte le parti. Non c'è dubbio che nella finzione o nel bluff del dialogo, lo si mascheri come si voglia, è stato toccato un punto sensibile su cui Renzi, a mio avviso, dovrebbe concedere qualche cosa. Al limite si potrebbe ritornare al "Mattarellum", ma è difficile formulare delle ipotesi.

La disponibilità mostrata da Renzi arriva anche all'invito di coinvolgere il M5S sulle riforme istituzionali, su quella del Senato.
Ma in questo caso è difficile trovare spazi di manovra. Le stesse scadenze e le risposte dei pentastellati fanno comprendere che c'è voglia di dialogo, ma poco tempo ormai per pensare a una riforma come quella del Senato.

Le faccio notare che nel pomeriggio, il capogruppo al Senato di Forza Italia, Paolo Romani, ha dichiarato: "L'accordo resta sull'Italicum e siamo pronti ad approvarlo nel tempo previsto". Una dichiarazione che può apparire quanto meno tempestiva, anche per il fatto che tra qualche giorno il Pd e il M5S si ritroveranno per verificare quali punti della riforma elettorale possono essere condivisi.
Non saprei dare una spiegazione della tempestività o meno. Io credo che Renzi si è dimostrato disponibile a incontrare il movimento di Grillo, a discutere e sarà disponibile anche a un aggiornamento di questo incontro. Ma questa disponibilità, a mio avviso, non nasconde la vera scelta di Renzi, che è quella di convolare a nozze con Silvio Berlusconi.

(Gianluigi Da Rold)


© Riproduzione Riservata.