BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

RIFORMA GIUSTIZIA/ Pecorella: tutto bello, ma le soluzioni dove sono?

InfophotoInfophoto

Nel campo della giustizia penale ci sono moltissime cose che si possono fare senza stravolgere il sistema, a partire dal fatto di allargare il patteggiamento così da consentirlo per tutti i reati e per tutte le pene come negli Stati Uniti. Un’altra proposta per ridurre il carcere è la cauzione di buona condotta, che può essere concessa a discrezione del giudice. Tra l’altro la cauzione garantisce non solo che l’imputato non fugga, ma anche che poi pagherà le spese di giustizia. Vanno inoltre ridotte le ipotesi di ricorso in Cassazione.

 

Una riforma della giustizia porterà Renzi a uno scontro con la magistratura?

Inevitabilmente come ogni potere la magistratura cerca di salvare le sue prerogative. Attaccare le correnti certamente non fa piacere a una magistratura così fortemente politicizzata, cioè divisa in fazioni. Introdurre la responsabilità diretta del giudice è un altro aspetto di possibile conflitto, perché nessuno vuole essere oggetto di possibili sanzioni. Non è però questo il terreno su cui cambiare la giustizia, si può benissimo introdurre una riforma senza per questo arrivare a uno scontro con la magistratura.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.