BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

IL CASO/ Turci: perché Napolitano non ferma il "golpe" di Renzi?

Giorgio Napolitano (Infophoto) Giorgio Napolitano (Infophoto)

Il capo dello Stato dovrebbe continuare a richiamare i vincoli della sentenza della Corte costituzionale che ha bocciato il Porcellum, in quanto l’Italicum non fa che peggiorarne i difetti. In secondo luogo il tema di un assetto elettorale ed istituzionale che può fare sì che chi vince prenda tutto, dovrebbe fare scattare un segnale d’allarme da parte di Napolitano. La sommatoria dell’Italicum e del Senato svuotato di competenze, ridimensionato e in calo di prestigio, fa sì che chi prevale alle elezioni porti a casa il presidente della Repubblica, i membri laici del Csm e la Corte costituzionale. Andiamo veramente verso un sistema di tipo autoritario. Se poi si aggiunge la guida del partito da parte di Renzi, che Fassino giustamente definisce “monarchica”, il tutto è allarmante. Capisco che Napolitano voglia accorciare i tempi e non allungarli, ma la riforma della Costituzione non si fa ogni due settimane.

 

Alla luce di quanto lei ha detto, come si spiega l’endorsement di Napolitano a Renzi?

Napolitano vede la situazione di un Paese che per l’ennesima volta si agita tanto e non conclude nulla. E’ il rischio che intravvede anche alla luce di una carenza di credibilità dell’Italia all’estero. Da questo punto di vista mi spiego l’endorsement di Napolitano a Renzi come la preoccupazione che finalmente si faccia qualcosa delle tante grida manzoniane lanciate in questi anni sulle riforme. E tuttavia, dando per presupposta questa spiegazione, mantengo la mia riserva nei confronti dell’appello di Napolitano.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
10/07/2014 - Anche lui (Turci, intendo) come gli altri, però... (Luigi PATRINI)

Bene Turci, che assume atteggiamento critico ed evidenzia i limiti dell'azione di Renzi. I limiti e la sua pericolosità. Ma che fa per porvi rimedio? Critica, ma ...ci sta! bisogna proprio che avvenga qualcosa: algo precisa acontecer! Speriamo nel Signore, che fa accadere l'imprevisto, quando ritiene opportuno, Lui, il Signore della storia.