BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DIETRO LE QUINTE/ Caldarola: Renzi rischia la fine di Napoleone

Napoleone Napoleone

Sì, tutti stanno sottovalutando che si tratta di una riforma di carattere epocale, perché cambia la fisionomia istituzionale del Paese. Si passa a un Parlamento fondamentalmente centrato sulla Camera dei Deputati, quindi un Parlamento più veloce, in cui molti veti non conterebbero più. A cambiare è l’assetto del sistema istituzionale. Questo cambiamento crea resistenze senza precedenti nella tecnostruttura, cioè nella burocrazia alta, ma anche in chi non è interessato a un Paese che va più veloce.

 

L’eurodeputato Picierno ha paragonato quanto è avvenuto ai 101 del Pd che affossarono Prodi al Quirinale…

Questa è una stupidaggine, me lo faccia dire con franchezza. Quella che affossò Prodi fu una votazione sleale, perché nessuno dichiarò il suo voto, e quindi da questo punto di vista va censurato. Era però un giudizio su una persona, in quanto c’erano 101 parlamentari che non volevano Prodi come presidente della Repubblica. In questo caso invece siamo di fronte al fatto che dopo tanti anni in cui si dice che in Italia il bicameralismo perfetto crea solo problemi, improvvisamente si scopre che se si abolisce il Senato elettivo è in pericolo la democrazia.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
02/08/2014 - senatus delendum (umberto persegati)

L'abolizione sic et simpliciter del Senato avrebbe avuto le stesse resistenze della sua trasformazione in Camera delle Autonomie. I marpioni o pagliacci che hanno gioito all'aumento di una competenze per un Senato trasformato non hanno nemmeno tenuto conto che in materia etica la Camera delle Autonomie non può avere alcun titolo, senza una legittimazione popolare. L'abolizione del Senato non avrebbe significato una sconfitta definitiva per i soliti conservatori ad oltranza ma avrebbe anche significato lo smantellamento di una roccaforte della burocrazia. Si è persa una ottima occasione per mettere a tacere gli uni e gli altri.

 
01/08/2014 - Renzi e Napoleone...? (Andrea Gualtiero)

Hercules et simia.