BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

FINANZA E POLITICA/ Forte: l’Istat è contro il patto Renzi-Berlusconi

(Infophoto)(Infophoto)

È così, non ci sarà. Facciamo attenzione: dal punto di vista tecnico tutto ciò non influisce sul bilancio corretto per il ciclo, che tiene conto - come sconto - della fluttuazione ciclica. Se noi abbiamo lo 0,2% in più di peggioramento, questo viene eliminato dal calcolo del rapporto debito/Pil. Quindi dal punto di vista tecnico-giuridico della Comunità europa il nostro bilancio può anche perdere 0.2%. Tra l’altro non è detto affatto che le entrate seguano questo declino, visto che in gran parte vanno per conto proprio.

 

Il problema dove sta?

Le dico prima dove non sta: il vero problema, ripeto, non è che noi abbiamo perso uno 0,2% o quello che è, bensì il tasso di inflazione, oltre ad avere un rapporto debito/Pil mostruoso, accumulato dal malgoverno degli ultimi anni. È qui che bisogna intervenire d’urgenza: le carte per la ricrescita le avremmo anche.

 

Il presidente del Consiglio ha detto che per ripartire sono pronte cinque riforme. Quali sono le cose da fare?

Vado in ordine sparso. Allora, numero uno, nel campo del mercato lavoro, c’è necessità di contratti aziendali di flessibilità. Poi, riforma della Giustizia, stabilendo regole chiare per la magistratura (che vadano al di là di questa responsabilità civile delle toghe), che deve essere esautorata di alcuni potere insensati che ha.

 

Per esempio?

Il sequestro circa l’economia di mercato. Facciano i loro processi, ma non sta a loro sequestrare i beni.

 

Poi?

Taglio delle spese. Ed è una cosa molto semplice visto che qui in Italia c’è una grandissima quantità di superfluo, in particolare nelle 8mila imprese degli enti locali (oltre a Ferrovie, Poste e privati). E ancora, ridurre le imposte sulla proprietà. Ah, e per chiudere cambino la norma sul diritto di sciopero: esiste l’ordine pubblico; è ora di finirla episodi come quelli di Fiumicino, con bagagli lasciati in mezzo alla pista…

 

(Fabio Franchini)

© Riproduzione Riservata.