BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

STALLO CONSULTA-CSM/ Quei "gravi interrogativi" (di Napolitano) che i giornali non spiegano

Il Quirinale visto dalla Consulta (Infophoto)Il Quirinale visto dalla Consulta (Infophoto)

La resa dei riottosi, poi, è diventata quasi impossibile dopo il discorso pronunciato alle Camere dal presidente del Consiglio, che ha legato l'impegno delle riforme alla sopravvivenza di questa legislatura. Allo stato delle cose − in questa legislatura del tutto atipica nell'esperienza costituzionale − la sua forza consiste nella debolezza altrui: dargli ragione, accettando il patto stretto sui giudici costituzionali con il principale partito di opposizione, vorrebbe dire rafforzarlo ancor di più. E questo è chiaro soprattutto ai più o meno nascosti oppositori interni alla sua stessa maggioranza. 

La stessa logica politica vuole, allora, che si torni alla Costituzione.  La sospensione nel defatigante susseguirsi delle votazioni, allora, non è affatto un sintomo della sconfitta del Parlamento. Al contrario, è un buon segno per la vitalità stessa delle nostre istituzioni democratiche.  

© Riproduzione Riservata.