BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS FI/ Minzolini: facciamo un Patto del Nazareno per ridurre le tasse

Pubblicazione:martedì 23 settembre 2014

Silvio Berlusconi (Infophoto) Silvio Berlusconi (Infophoto)

“Dopo 20 anni Forza Italia subisce la patologia di tutti, ha bisogno di rinnovare, di forze nuove e di tornare allo spirito del '94”. Lo ha detto Silvio Berlusconi, parlando alla scuola di formazione politica del partito Sirmione, sul lago di Garda, per poi aggiungere: “C'è una bandiera che si chiama Matteo Renzi e una mezza bandiera che si chiama Berlusconi: vediamo di utilizzare ancora questa bandiera, sarebbe bello avere un esercito azzurro con una bandiera, un vecchietto e tanti giovani”. Ne abbiamo parlato con Augusto Minzolini, senatore di Forza Italia.

 

Forza Italia ha davvero bisogno di rinnovarsi?

Ciascun partito è come un organismo vivente, se vuole rimanere collegato e in sintonia con il mondo deve sempre rinvigorirsi e avere un rapporto con le nuove generazioni. E’ un elemento fisiologico, se non avviene c’è un problema.

 

Qual è la vera questione centrale per il futuro del centrodestra?

La vera sfida è che c’è un problema di linea politica che deve essere chiara, realizzando un’identità assolutamente definita.

 

L’accordo tra Renzi e Berlusconi ha reso meno definita l’identità di Forza Italia?

L’accordo con Renzi rende l’identità di Forza Italia indefinita, e questo non perché io non sia d’accordo con la possibilità di trovare un percorso comune. Ma noi non possiamo accettare l’idea di restare in mezzo al guado, o in un’opposizione che nella realtà non è percepita come tale. A quel punto Forza Italia rischia infatti di non avere un ruolo in commedia. O Renzi si pone il problema di ricreare una formula politica che sia all’altezza delle emergenze che affronta il Paese, oppure non è possibile dialogare.

 

Come vede l’attuale situazione?

L’attuale situazione nasce da un divorzio che si è verificato all’epoca del governo Letta, ma già prima di quel divorzio la formula era una sorta di palliativo. La domanda che sorge è quindi come possa il governo Renzi attuare con una formula più ampia quello che non è riuscito a una coalizione di governo come quella di Letta.

 

Il Nuovo Centro Destra accusa Forza Italia di avere sbagliato ad andare all’opposizione. Lei che cosa ne pensa?


  PAG. SUCC. >