BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Sapelli: i "poteri forti" preparano un altro Monti

Infophoto Infophoto

Pietro Merli Brandini, un novantenne lucidissimo che Renzi dovrebbe ascoltare e leggere, ha giustamente ricordato su “Conquiste del lavoro” che sino a quando quella svolta disastrosa non si verificò, sindacati imprese e Pil crescevano come non mai. La situazione è ben mutata lo so, ma una relazione deve pur esserci!

Secondo errore renziano. Legga Machiavelli (un vecchio proprio vecchio). Ci insegna che i nemici non si feriscono. Se li si ha li si uccide. Il nemico non ferirlo mai, ma uccidilo sempre: se rimane vivo ti odierà e ti combatterà a morte. Renzi ha fatto tutto il contrario: li ha spaventati e li ha lasciati vivi. Penso alla Ragioneria Generale dello Stato, che non ha eliminato accentrando presso Palazzo Chigi il controllo della spesa, e penso ai magistrati che tentano di tutto per intimidirlo, anche in famiglia. Faccia subito una riforma che ridia all’Italia il volto di uno stato di diritto.

Terzo errore: continuare con i cerchi magici amici. Non si rottama e non ci si circonda solo di coetanei amici. I vecchi servono eccome! Marchionne, infatti, mi sembra vecchio e se consideriamo bene le cose, anche Berlusconi lo è ed è molto più saggio di quanto non predichino i suoi nemici feriti. Allora si decida, Renzi, e vedrà che questi poteri son tigri di carta, ma come le ombre cinesi fanno molta molta paura. Non ne abbia: si possono lacerare senza spargimento di sangue alcuno.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
01/10/2014 - Le intenzioni del cuore (luisella martin)

Secondo me i giudizi di Sapelli sono profondi ed intelligenti e credo che sia un bene che qualcuno dica a Renzi quello che pensa di lui. Credo che,nell'editoriale del Corriere della Sera, Ferruccio De Bortoli non abbia scritto quello che lui pensa di Renzi, ma quello che é bene che i lettori pensino di Renzi. Perché la voglia di influenzare gli altri per i nostri scopi segreti, di usare la penna come un'arma, di esercitare il quarto "potere" é qui, ora,e non ha nessuna intenzione di nascondersi dietro l'angolo! E' la voglia che proviamo tutti, giornalisti o no, e che viene dalla speranza che gli altri siano inferiori a noi, almeno in qualche cosa. Penso sia bene correggere gli amici quando sbagliano e se ce ne accorgiamo, come é bene riconoscere i giornalisti seri e rispettosi della verità, quando ce ne accorgiamo: Bravo Sapelli!

 
29/09/2014 - Il "peccato originale" di Renzi (Luigi PATRINI)

Che duri giudizi quelli di Sapelli! Per fortuna la realtà si svolge nel ...tempo: condivido l'individuazione dei tre errori di Renzi. Ma non serve dirglielo: c'è una contraddizione di fondo, "originaria", molto simile all'aporia del mentitore: si può credere a uno che dice di sè "io sono un mentitore"? Se il mentitore si dichiara mentitore non è più un mentitore! Può Renzi essere Renzi cessando di essere Renzi? Anche Renzi ha una sorta di "peccato originale": #staserenomatteo!