BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RETROSCENA/ Civati: Così Matteo ha "ucciso" il Pd

Pubblicazione:

Pippo Civati (Infophoto)  Pippo Civati (Infophoto)

Sì, ho sempre contestato lo schema delle larghe intese. Prima si fa la legge elettorale e prima si chiarisce la distinzione tra destra e sinistra. Ncd minaccia di allearsi con il Pd, ma io non sono affatto d’accordo perché loro si chiamano Nuovo Centro Destra e noi siamo il centrosinistra. Io quella distinzione la voglio mantenere, quindi prima si va a votare e meglio è. Aspettare il 2018 mi sembra perfino pericoloso.

 

D’Alema ha criticato Renzi per il suo accordo con Berlusconi, ma era stato proprio lui a tentare la strada delle riforme bipartisan senza riuscirci. Non è una contraddizione?

Penso che lo schema in cui Renzi si è inserito lo abbiano preparato altri. Questo schema prevede il tentativo di un’alleanza con un centro per le elezioni e con un centrodestra per le riforme. La presenza di Berlusconi ha sempre reso molto complicato qualsiasi accordo bipartisan, perché il Cavaliere per cinque volte lo ha fatto saltare. Renzi si è inserito su una strada già tracciata e D’Alema qualche responsabilità sulla costruzione di una certa mentalità ce l’ha.

 

Secondo lei con chi si dovrebbe alleare il Pd?

Il Pd deve rappresentare l’intero centrosinistra e per farlo deve liberarsi dell’alleanza con il centrodestra. Più passa il tempo e più la proposta di Alfano rischia di consolidarsi. Vorrei un Pd che affronti un ragionamento alla pari con le altre forze di sinistra. Mi riferisco non solo a Sel, ma soprattutto a quell’elettorato che sta tra Sel e il Pd e che in questi mesi ha sofferto, magari scegliendo il M5S, perché non si fidava di queste relazioni pericolose con la destra.

 

Lei in questo ampio campo del centrosinistra inserisce lo stesso M5S?

No. Tantissimi elettori del centrosinistra, soprattutto nel 2013, hanno scelto di votare il M5S e almeno la metà proviene dal Pd. Sarebbe irrispettoso pensare che questi elettori siano tutti impazziti, ma dobbiamo cercare di recuperare quei voti all’interno del centrosinistra senza fare “sperimentazioni Ogm” estranee alla nostra storia e ai nostri valori.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
04/09/2014 - Civati e Cuperlo (Giuseppe Di Febo)

Citati e Cuperlo devono starsene buoni, sono brave persone, ma perderebbero contro chiunque se fossero a capo di un partito e fortuna non lo sono diventati.