BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITALICUM CAOS/ Boccia (Pd): Matteo, con le leggi "su misura" si perdono le elezioni

Pubblicazione:

Francesco Boccia con Massimo D'Alema (Infophoto)  Francesco Boccia con Massimo D'Alema (Infophoto)

L’assemblea dei senatori Pd ha votato sì all’Italicum ma senza i 29 parlamentari che si riconoscono negli emendamenti Gotor. La minoranza del partito ha lasciato la sala in cui era in corso l’incontro, e quindi la legge elettorale è stata votata solo dai 71 presenti. “C’è stata una discussione vera e seria e c’è stato ascolto reciproco – ha dichiarato Renzi -. Dalle nostre decisioni dipende la tenuta del Paese”. Mentre per Francesco Boccia, deputato del Pd, “chi guida il partito ha la responsabilità di evitare che questa discussione porti alla deflagrazione”.

 

Che cosa ne pensa di quanto è avvenuto nell’assemblea dei senatori del Pd?

Rispetto la maggioranza del Pd che, credo con grande imbarazzo, sta cercando di tenere in vita il patto politico con Verdini. Ma nello stesso tempo condivido la battaglia culturale della minoranza del Pd, che ha chiesto semplicemente a Renzi di fare scegliere i deputati della Repubblica dagli elettori. In questi anni in cui ci siamo battuti contro il Porcellum noi abbiamo raccontato in tutte le sedi che bisognava ridare voce agli elettori.

 

Lei al Congresso per chi aveva votato?

Io nel Congresso avevo votato Renzi perché si era impegnato a cancellare i nominati dal Parlamento. Prendo atto invece che si sta decidendo di mantenere un Parlamento composto per la stragrande maggioranza da nominati. Mi auguro quindi che in queste ore si cambi idea. Gli emendamenti Gotor consentono agli italiani di scegliere i deputati con le preferenze. Se questo non dovesse accadere la scelta della maggioranza del partito accontenterebbe Verdini, ma non gli italiani e gli elettori del Pd. Berlusconi non vuole le preferenze.

 

La minoranza del Pd sta chiedendo a Renzi di fare saltare il Patto del Nazareno?

No, la minoranza del Pd sta chiedendo a Renzi di fare eleggere i deputati con le preferenze. Non ho mai criticato il confronto con centrodestra e M5S né l’accordo con Berlusconi. Trasformare però la legge elettorale cancellata dalla Corte costituzionale a causa dell’impossibilità degli italiani di scegliere gli eletti, con un’altra legge che consente solo a pochi deputati di essere eletti con le preferenze, prelude a misure molto gravi.

 

Ritiene che ci sia stato un errore di “metodo”?


  PAG. SUCC. >


COMMENTI
21/01/2015 - Boccia, sia coerente! (Luigi PATRINI)

Fuori le palle, rispettabile onorevole! Sia coerente con quel che dice e con le ragioni per cui ha votato Renzi. Io non ho questo problema, ma le dico che sarebbe ammirevole se anche lei, come spero faccia Gotor e gli altri che sono sulla sua linea, trarranno le conseguenze delle loro proposte. Siamo tutti stufi di un Parlamento di nominati dai padroni dei partiti! Probabilmente anch'io non voterò per il Parlamento la prossima volta. Colpa di chi sbaglia, ma anche di chi ...permette che chi sbaglia sbagli!