BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MAL DI PANCIA/ Gelmini: l'Italicum? Non serve a nessuno...

Pubblicazione:giovedì 22 gennaio 2015

Mariastella Gelmini Mariastella Gelmini

“Non sarà certo questa legge elettorale a garantire a Renzi la vittoria alle prossime elezioni. La decisione resta in mano ai cittadini, noi votiamo sì all’Italicum per fare uscire il Paese dal pantano e iniziare il prima possibile a occuparci dei problemi che stanno veramente a cuore agli italiani”. Ad affermarlo è Mariastella Gelmini, deputato di Forza Italia ed ex ministro della Pubblica istruzione. Il voto sull’Italicum sta dividendo tanto il Pd quanto Forza Italia, con Raffaele Fitto, leader dei ribelli azzurri, che è giunto a dire: “Ormai non ci sono dubbi. Dopo l’elezione del capo dello Stato, Berlusconi si prepara a portare il suo partito dentro la maggioranza”.

 

Le piace questa legge elettorale?

"E’ una legge elettorale che ci porterà verso un bipartitismo, e che comunque non avvantaggia nessun partito, perché alla fine non è la legge elettorale che determina il consenso bensì gli elettori. Tutte le alchimie da parte dei vari partiti per cercare di piegare l’Italicum agli interessi di questa o quella formazione sono solo tempo perso. L’Italicum non è certo il primo problema cui pensano gli italiani quando si svegliano. Cerchiamo di chiudere quanto prima questo capitolo, di passare dalle parole ai fatti e poi di occuparci dei temi che interessano davvero ai cittadini.

 

Come valuta il premio di maggioranza alla lista anziché alla coalizione?

"Se davvero esiste una coalizione di centrodestra, è possibile rappresentarla all’interno di una lista unica. Se invece è una coalizione che stenta a riconoscersi come tale, è chiaro che avremo dei problemi. Noi ci siamo sempre battuti per il bipolarismo, anche se quando abbiamo avuto maggioranze eterogenee con tanti partiti spesso siamo andati in difficoltà. Se il premio alla lista è il prezzo che si deve versare per non interrompere il percorso delle riforme, Berlusconi ha fatto bene a pagarlo.

 

Condivide le critiche di Fitto a Berlusconi?

Rispetto le posizioni di tutti, anche se non condivido le affermazioni di Fitto. Berlusconi non ha affatto svenduto Forza Italia, semmai ha accettato nell’interesse del nostro Paese di dialogare con chi lo aveva fatto decadere ingiustamente dal Parlamento. Basta questo gesto per dare la cifra di chi è veramente Berlusconi.

 

Chi è veramente Berlusconi secondo lei?


  PAG. SUCC. >