BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ITALICUM 2.0/ Renzi vince. E la politica diventa cosa da "yes man"

Pubblicazione:mercoledì 28 gennaio 2015

Matteo Renzi (Infophoto) Matteo Renzi (Infophoto)

La politica nazionale, insomma, sarà soprattutto appannaggio delle segreterie di partito, capaci di selezionare il personale parlamentare e di indirizzarne il voto secondo le indicazioni di volta in volta imposte. E' a queste, in definitiva, che dovrà rispondere un Governo oramai affrancato da un effettivo controllo parlamentare e da un pieno controllo popolare.

Il guaio è che nemmeno l'astensione potrà costituire una vera e propria alternativa al nuovo status quo. In caso di ballottaggio fra le due liste più votate, infatti, il premio di maggioranza del 53% dei seggi verrà assegnato al partito che ha ottenuto più suffragi indipendentemente dal numero effettivo di votanti, con la conseguenza che la minoranza più organizzata e spregiudicata del Paese ne potrà conseguire la guida. L'astensione, in altri termini, avrà il solo significato di rimarcare una disillusione individuale e collettiva, per il resto facilitando l'opera delle segreterie di partito.

E tuttavia, quanto tutto questo c'entri con la democrazia, la rappresentanza e la tutela dei diritti politici, è un discorso che d'ora innanzi sarà sempre più sconsigliato intraprendere.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.