BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SONDAGGI/ Beppe Grillo vince le politiche rubando voti a Pd e Lega

Infophoto Infophoto

Negli ultimi sondaggi gli indecisi sono tra il 40 e il 50%, ma alle politiche una buona parte di loro alla fine va a votare. Il messaggio di Salvini, Renzi e Grillo prima del voto si tradurrà in una proposta politica. Un elettore prima di votare di solito si fa due domande: “Mi piace la proposta politica di questo partito? Ritengo che il suo leader sia credibile in relazione ai questa proposta?”. In questo momento un numero molto elevato di italiani è d’accordo con il messaggio “onestà e trasparenza” di Grillo. Quel 50% di indecisi, quindi, andrà a formare la sua opinione di voto più sulla base del messaggio dell’M5s, anziché di Lega nord e Pd. E’ molto probabile quindi che Grillo batta gli avversari.

 

A chi ruberà voti l’M5s?

Secondo un sondaggio che ho realizzato di recente, sul totale degli elettori grillini il 14% si sente di centro, l’8% di centrodestra e l’11% di destra, per un totale di uno su tre che gravita intorno a quell’area. Non per niente l’M5s è contro l’immigrazione anche con prese di posizione abbastanza forti. E nella destra genovese più di uno ricorda Beppe Grillo negli anni 70. C’è una forte anima di destra nei 5 Stelle, perché sono popolari e populisti e perché larghe porzioni della destra non hanno trovato altri approdi. Quello di Grillo inoltre è un messaggio nuovo e rivoluzionario che piace a un certo tipo di destra.

 

A proposito di destra, la Lega nord può ancora crescere?

No, la Lega nord è sopravvalutata. I consensi così alti di Salvini si spiegano con l’elevato numero di indecisi e con la mancanza di offerta politica alternativa nell’ambito del centrodestra. Forza Italia per ragioni fisiologiche sta scemando, il mondo di An è scomparso o comunque si è parcellizzato, una parte del centrodestra è confluito nell’M5s.

 

Quindi secondo lei la Lega è al palo?

La Lega nord di Salvini, che è un partito strutturato, lancia determinati messaggi che piacciono. Ma qualcuno ricorderà che ha fatto 20 anni di campagna elettorale contro il Sud. Così come l’articolo 1 del suo Statuto prevede la secessione della Padania. Come può con queste premesse conquistare il tutto meridione o la destra nazionale e sperare in un consenso tale da permettergli di vincere? A questo giro vincerà la battaglia del centrodestra, ma di certo non quella del governo. Secondo me lo sa e gli sta bene.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.