BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

DE LUCA/ Campania: sentenza truccata, il governatore accusato di corruzione

Pubblicazione:

Immagine di archivio  Immagine di archivio

"Totalmente estraneo ai fatti" ha dichiarato il governatore della Campania Vincenzo De Luca. Sta di fatto che lui e altri uomini del suo staff risultano indagati dalla procura di Roma con l'accusa di aver cercato di truccare, con la corruzione dei giudici, la sentenza che lo tolse dagli impicci legati alla legge Severino permettendogli di diventare a tutti gli effetti governatore della regione Campania. Sotto accusa infatti è anche il giudice Anna Scognamiglio relatrice dell'ordinanza 22. L'ipotesi che riguarda De Luca e sei uomini del suo staff è induzione alla corruzione. Il comunicato ufficiale del governatore: "In relazione all'annunciata indagine nei miei confronti è mia intenzione fare in modo che si accendano su questa vicenda i riflettori nazionali, trovandomi nella posizione di chi non sa di cosa si stia parlando". Ricostruendo la vicenda, l'elezione ottenuta da De Luca ai voti era stata congelata in quanto risultava condannato a un anno per abuso di ufficio, dunque per la legge Severino non poteva assumere il ruolo. Da qui l'accusa di corruzione nei confronti del giudice che invece aveva congelato la sospensione permettendogli di governare.



© Riproduzione Riservata.