BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SONDAGGI DOPO PARIGI/ Piepoli: gli attentati fanno perdere voti a Lega nord e M5s

Beppe Grillo (Infophoto) Beppe Grillo (Infophoto)

Si dividono in tre grandi aree: c’è l’area che non vuole fare nulla, quella che vuole contrattaccare e quella disposta a subire tutto pur di sopravvivere. L’area di chi vuole combattere supera il 40%, mentre le altre due prendono il 30% ciascuno.

 

Quali partiti si avvantaggiano di questi dati?

Due partiti sono danneggiati: l’M5s e la Lega Nord. Sono cioè puniti gli estremisti: da un lato i Cinque Stelle che dicono “meglio non combattere”, dall’altra Salvini secondo cui bisogna combattere. E il risultato è che perdono lo 0,5% ciascuno.

 

Grillo però non ha preso posizioni ufficiali …

I componenti dell’M5S si dichiarano marginalmente su posizioni pacifiste, quelli della Lega nord marginalmente su posizioni belliche. Questo fa diminuire il numero di italiani che si identificano con entrambi. E gli altri partiti? Il Pd e Forza Italia invece non guadagnano né perdono, in quanto sono partiti fondamentalmente centristi e ben lontani dai rispettivi estremismi. La sinistra radicale a sua volta non guadagna né perde voti, per la semplice ragione che si tratta di consensi molto sparuti. In totale dichiara di appartenere a quell’area il 5,5% degli italiani, cioè un dato complessivamente marginale.

 

Quali saranno le conseguenze della polemica tra Alfano e Salvini?

Perdono tutti e due, il conflitto e l’insulto fanno sempre perdere.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.