BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ATTENTATI IN ITALIA?/ Gen. Mori: Giubileo nel mirino, ci sono delle "falle"

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Infophoto  Infophoto

Sia le segnalazioni di Valls che quelle dell'Fbi sono procurato allarme. Se domani Renzi dice che siamo sotto attacco chimico, lei che fa? Non può fare nulla! Tocca a me allertare i tecnici, le forze di polizia, venire a capo di chi produce questo materiale, vedere dove si è prodotto, qual è la filiera, chi lo usa. Perché terrorizzare il cittadino?

Allora a chi giova diffondere questi falsi allarmi?
A qualche parte politica, non ad altri. L'allarme dell'Fbi poi è una sciocchezza, perché dire che in Italia sono a rischio il Vaticano e la Scala di Milano è un insulto all'intelligenza della gente. Oltretutto l'Fbi ha detto che la fonte non era sua, ma della Dea, che notoriamente si occupa di droga. Lasciamo perdere.

Il giubileo?
Per il mondo islamico integralista è sicuramente l'obiettivo più redditizio dal punto di vista ideologico. Noi siamo sufficientemente attrezzati, ma ci vuole anche una dose di fortuna perché tappare tutti i buchi non è possibile. 

Ci servono delle leggi speciali antiterrorismo?
No. Ma c'è una cosa che manca e andrebbe fatta subito: insediare nelle direzioni distrettuali antimafia che sono presso le grandi procure una sezione che si occupi di terrorismo, con magistrati ad hoc. Basterebbe un decreto legge.

Le moschee sono pericolose?
Le grandi moschee no, ma le piccole, i sottoscala in cui si riuniscono dieci-quindici persone, sì. E' proprio in questi posti che transitano imam strani o sedicenti tali e controllarli è molto difficile.

Secondo Jean l'Italia è più sicura di altri paesi perché intere zone del paese sono sotto il controllo della criminalità organizzata.
Conosco bene Jean e lo stimo, ma questa è solo una provocazione. Non siamo mai stati governati dalla criminalità organizzata, e meno che mai in questo periodo.

(Federico Ferraù)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
21/11/2015 - Hanno entrambi ragione (Giuseppe Crippa)

La capacità della malavita di conoscere in tempo reale le persone e le intenzioni di chi è presente sul territorio in certe zone, per esempio del sud, è capillare ed efficace quanto quella dei Carabinieri. Non si tratta quindi di governare ma di essere informati: quindi Jean e Mori, a mio avviso, hanno entrambi ragione.