BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

REGIONI vs GOVERNO/ Formigoni: tagli senza "testa" contro i cittadini

Pubblicazione:mercoledì 4 novembre 2015

Roberto Formigoni (Infophoto) Roberto Formigoni (Infophoto)

Assolutamente no. Ogni manovra di diminuzione delle tasse è compensata o con maggiori entrate o con una diminuzione della spesa. In questo caso non sono messe nuove tasse, ma in parte si utilizza l’aumento delle entrate e in parte lo si finanzia a debito. E’ una manovra virtuosa che incentiva la crescita. Scommettiamo sul fatto che questi incentivi possano far crescere l’economia, e che quindi gli anni prossimi ci saranno maggiori entrate che permetteranno di coprire gli investimenti che abbiamo fatto.

 

Lei condivide la politica economica del governo?

Questa legge di stabilità contiene numerosi dei nostri suggerimenti e delle nostre proposte, prima come Popolo della libertà e adesso come Ncd. La diminuzione delle tasse sulla casa era stata una delle bandiere del centrodestra di governo degli anni scorsi. Ncd l’ha messa sul piatto quando si è scritta questa legge di stabilità.

 

Le basta il taglio della Tasi per dirsi soddisfatto?

La stessa abolizione dell’Imu agricola era una nostra proposta, come pure l’aumento del contante disponibile che è una misura chiesta da tempo dai commercianti, soprattutto nelle zone del Nord che confinano con altri Paesi. Lo spirito di questa legge di stabilità è quindi condiviso da tutte le componenti della maggioranza di cui facciamo parte.

 

Infine una domanda su quanto sta avvenendo in Ncd. Perché, a differenza di Quagliariello, ha deciso di restare nella maggioranza nonostante le unioni civili?

Ncd sta combattendo una battaglia epocale per impedire l’approvazione della legge sulle unioni civili. Quando nel febbraio 2014 Renzi andò al governo, disse che la legge sulle unioni civili sarebbe stata approvata entro l’estate. E’ passato un anno e mezzo e si deve a noi se la legge sulle unioni civili non è stata approvata. E’ stata rimandata a gennaio 2016, e anche allora noi ci opporremo in modo durissimo. Se Ncd uscisse dal governo, in un attimo il Pd approverebbe la legge con l’appoggio dell’M5s.

 

(Pietro Vernizzi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.