BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANNINO ASSOLTO/ L'ossessione dei pm e quel "mea culpa" che manca

Pubblicazione:

Infophoto  Infophoto

Mannino aggiunge infine un'altra considerazione: "Hanno voluto cedere ad una mania di carattere teatrale, ci sono aspetti di questo processo che meriterebbero una riflessione pacata e attenta a partire dal Csm, ci sono atteggiamenti ostinati di alcuni pubblici ministeri. Uno di questi mi insegue da 20 anni".

Dato che tutti, in questo periodo di storia patria, parlano del "contesto", parliamo anche noi, per un attimo, del "contesto" di questo periodo che ha condannato Calogero Mannino, non solo alla galera, agli arresti domiciliari, alle accuse, ad abbandonare la sua carriera e magari un lavoro che gli piaceva, ma anche alla gogna mediatica, alle più astruse invenzioni sul suo conto e sui suoi comportamenti. Ieri il presidente dell'Anm, Rodolfo Sabelli, si è limitato a pochi commenti su questa persecuzione che ha accorciato la "vita normale" di Calogero Mannino. Ma arriverà mai il momento di ripercorrere esattamente quante vite sono state accorciate dopo il "mitico" 1992? Non sarebbe il momento di fare un bilancio degli errori?

L'impressione è che ci sia un "contesto" giudiziario dove i contrasti tra magistrati passano anche sopra la testa dei processi. E' arrivata forse a un punto, la forza e il peso della magistratura e la carenza della politica e dello Stato, che puoi venire "dannato per una parte della vita" o assolto a seconda di questo "contesto", magari per contrasti interni a una Procura o per scopi di carriera.

Speriamo che sia solo un dubbio, perché lo sconcerto non basterebbe più come commento a percorsi giudiziari che fanno venire i brividi sulla pelle.

E' vero che è stato, purtroppo, perso il cadavere di Cesare Beccaria, ma il suo pensiero resiste, anche alla faccia di chi fa proposte di cancellare la "prescrizione", riportandoci quasi al Medioevo.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
05/11/2015 - L'UOMO e la misericordia (nicola mastronardi)

Un terzo della sua vita sotto l'assedio e la persecuzione di un PM cinque volte assolto chi paga chi ripaga L'UOMO? Solo la misericordia, ma la misericordia non è dell'uomo, la misericordia è solo di Dio.