BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SPILLO/ Berruti e Canzio: quel Nazareno fra Consob e Cassazione

Giuseppe Berruti (Foto dal web) Giuseppe Berruti (Foto dal web)

La prima è il ritorno di un magistrato di primo livello nella delicatissima authority dei mercati finanziari, anche se nessuna riforma le ha finora assegnato i poteri "di polizia" della Sec statunitense. Per il vertice Consob, non a caso, è stato a lungo preconizzato Francesco Greco, attuale procuratore aggiunto di Milano per i reati finanziari. Il quale, peraltro, è ormai il candidato di punta alla successione a Edmondo Bruti Liberati a capo della Procura milanese: in continuità di appartenenza Md. Chissà se ora la promozione di Canzio in Cassazione - se e quando, comunque, si concretizzerà - libererà a Milano la presidenza della Corte d'Appello per un ulteriore incastro di nomine "strutturali", sempre all'interno di un "Nazareno" a più dimensioni: codice profondo dell'edificazione progressiva della Terza Repubblica.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
06/12/2015 - nomenklatura (alberto tita)

Nomine per controllare Consob e Cassazione, Corte d'appello di Milano, come già le manovre in corso sulla Corte costituzionale, piuttosto che quelle effettuate sulle principali testate dei giornali, o sulle grandi società di Stato,o che si delineano sulle banche. Certo, messo insieme il mosaico è inquietante per il cittadino benpensante. Pur senza invocare ricostruzioni da cospirazione. E'la terza repubblica, baby! direbbe qualcuno... Se solo lo zelante amministratore del nostro condominio, seduto a palazzo Chigi, avesse il riguardo di spiegarci a cosa serve questa irrituale concentrazione di potere... Dice: voglio fare il sindaco d'Italia. Ma il sindaoo non cambia le leggi elettorali, non si modella i giudici a suo piacimento, le società municipali e avanti così. Si muove in una cornice di regole date e note. Se no è democratura. Una società civile "civilizzata", ma anche una politica "politicizzata" e non asservita, guarderebbe a questo disegno e invece di chiedere personali contropartite e mance per tacere, ne fa tema di confronto. Chiedendo spiegazioni, parlandone sui giornali, proponendo contromisure e contrappesi istituzionali. Sarà che seguo poco i 5stelle, ma non si è notata grande visione e sollevazione su queste cose. Grazie, almeno a lei, caro Credit.