BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAOS RIFORME/ Il giurista: la vera "questione democratica"? Non è la Rai, ma l'euro

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Matteo Renzi (Infophoto)  Matteo Renzi (Infophoto)

Quel referendum, se ci sarà, sarà fatto un plebiscito politico a favore o contro questa operazione e dunque a favore o contro il suo promotore e il suo governo. Il rischio di questa vicenda, se andrà avanti, è che saremo chiamati a dire sì o no ad una serie di strumenti pensati per attuare meglio scelte determinate dall'esterno.

Insomma, nessun governo ha più solo una legittimazione interna di tipo democratico. Intanto, al Landini di turno che lo accusa di non essere stato votato da nessuno, Renzi risponde di aver avuto la fiducia delle Camere.
Dal punto di vista formale è vero; tutti i nostro capi di governo hanno avuto il voto delle Camere, perfino Berlusconi... Ma il piano formale non è tutto: la situazione materiale condiziona fortemente il modo in cui una costituzione funziona. Però ora le anomalie saltano fuori e cominciamo a renderci conto della situazione.

(Federico Ferraù)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
26/02/2015 - commento (francesco taddei)

no, no! la vera questione democratica è proprio la rai! occupata dal pd e dai parenti raccomandati. è ora di finirla col benaltrismo!

 
26/02/2015 - TROPPA GENTE CHE VUOL COMANDARE? (RUGGIERO DAMBRA)

SIGNORI FORSE AVETE LA MEMORIA CORTA?LA BOLDRINI E'IL SIGNOR.VENDOLA IN PERSONA ANCHE LEI VUOL COMANDARE,ANZI FAR CASINO E BASTA CHE SI DIMETTA E'VADA A LAVORARE?