BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ASSEMBLEA PD/ Renzi convoca i suoi al Nazareno, la minoranza diserta. Bersani: non ci penso proprio

Pubblicazione:

Foto: InfoPhoto  Foto: InfoPhoto

E’ iniziata al Nazareno l'assemblea del Partito Democratico convocata da Matteo Renzi per discutere di riforme. Scuola, fisco, Rai e ambiente sono i quattro temi al centro del dibattito a cui però non parteciperà la minoranza del partito, da Gianni Cuperlo a Pippo Civati, fino a Stefano Fassina e Alfredo D'Attorre. Assente anche Pier Luigi Bersani, ormai in pieno contrasto con il premier: l'ex segretario Pd ha infatti annunciato con parole dure che avrebbe disertato le quattro ore di confronto. "Ma non ci penso proprio! Perché io mi inchino alle esigenze della comunicazione, ma che gli organismi dirigenti debbano diventare dei figuranti di un film non ci sto", ha detto in una recente intervista rilasciata ad Avvenire. Poi avverte: "L'Italicum va cambiato. Produce una Camera di nominati. Non sta in piedi. Il combinato disposto tra norme costituzionali e legge elettorale rompe l'equilibrio democratico. Se è deciso che la riforma della Costituzione non si può modificare, io non accetterò mai di votare questa legge elettorale senza modifiche". Immediata la replica del vicesegretario Pd Lorenzo Guerini, secondo cui da parte di Bersani "mi pare ci sia stato un eccesso di polemica, che a mio parere non è utile, ma rispetto le opinioni di tutti, anche quelle che non condivido". "Gli spazi di confronto – ha aggiunto - devono essere sempre utilizzati, perché un partito che discute è un partito che vive e che garantisce la dialettica al proprio interno, che è in grado di coinvolgere tutte le sue energie nella definizione delle politiche che intende realizzare per il paese. Disertare gli spazi di confronto credo che non sia utile. Invito a non avere atteggiamenti polemici che non servono a nessuno".



© Riproduzione Riservata.