BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCISSIONE FORZA ITALIA?/ Gasparri: Fitto, così finisci come Alfano e Fini

Lavoriamo insieme per riunificare il centrodestra, mettendo da parte i tatticismi e tornando a privilegiare l'iniziativa politica su temi concreti. E’ l’appello di MAURIZIO GASPARRI (FI)

Maurizio Gasparri (Infophoto) Maurizio Gasparri (Infophoto)

“Lavoriamo insieme per riunificare il centrodestra, mettendo da parte i tatticismi e tornando a privilegiare una forte iniziativa politica su temi concreti”. E’ l’appello di Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato e senatore di Forza Italia, in una fase in cui il principale partito di centrodestra è lacerato da un conflitto sempre più duro. Il voto sul Quirinale ha esasperato le tensioni, con l’europarlamentare Raffaele Fitto che ha colto l’occasione per rivolgere nuove critiche alla dirigenza del partito.

Senatore Gasparri, come vede lo scontro all’interno del centrodestra?

E’ normale che ci sia un confronto, anche se va arginato e indirizzato nei luoghi appropriati. Va inoltre fatta seguire una forte iniziativa politica su temi concreti, fisco, casa, lavoro, immigrazione, sicurezza, famiglia e anziani per fare sì che l’iniziativa politica stessa prenda lo spazio del vaniloquio impolitico. Altrimenti avremo una discussione infinita e autolesionistica.

Bisogna riportare al centro i temi anziché i tatticismi?

Sì, altrimenti finiamo solo per parlare di trattative e negoziato. Alla Camera la riforma della Costituzione torna in discussione tra pochi giorni, ma ci sono altri temi della vita quotidiana che non devono essere assolutamente trascurati. Altrimenti il politicismo, il tatticismo, le trattative prevalgono sulla realtà e questo è un male che crea solo confusione.

Fitto andrà avanti per la sua strada?

Mi sembra che Fitto si chiami un po’ fuori e questo mi dispiace, perché in questo momento sono necessarie le energie di tutti. L’europarlamentare ha rifiutato tante ipotesi di coinvolgimento in organi di partito con responsabilità collegiali. Se poi pretende che tutti si tolgano per fare spazio a lui si sbaglia. Mi auguro che Fitto abbassi i toni ma tenga fede alle sue istanze, molte delle cose che dice sono giuste, è il modo con cui le sostiene che spesso è sbagliato.

Che cosa sta succedendo davvero all’interno di Forza Italia?

E’ finita la lunga transizione del centrodestra, e adesso ognuno pensa alla propria specificità. Salvini fa la sua propaganda per prendere voti in più, Fitto si riposiziona in attesa che cambi lo scenario, Berlusconi ha privilegiato una spinta a riforme che servono al Paese e un desiderio di pacificazione che purtroppo non è condiviso da tutti. Bisogna però pensare alla sintesi, perché il centrodestra ha vinto quando si è unito e ha perso quando si è diviso. Noi abbiamo fatto sacrifici per tentare mediazioni con Renzi, ricevendone in cambio il tradimento. A maggior ragione dobbiamo fare questo sforzo all’interno del centrodestra.

Lei prima ha parlato di transizione. E’ una transizione verso il dopo Berlusconi?

Questo è un tema che c’è, ma viverlo come uno strappo rispetto al leader non agevola questo passaggio e mette fuori causa quanti si mettono in una posizione antagonista rispetto a Berlusconi. E’ successo a Fini e ad Alfano e rischia di accadere anche ad altri.

Come è andata sul Quirinale? Chi ha tradito chi?


COMMENTI
06/02/2015 - Domanda (Giorgio Allegri)

Il riferimento ad Alfano nel titolo vuol dire forse: così finisci come Alfano (e Lupi), cioè a votare le peggior cose e il presidente della Repubblica non desiderato pur di mantenere la cadrega?