BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

CAOS FI/ Sgarbi: Renzi ha usato il Nazareno per "uccidere" B. e il bipolarismo

Silvio Berlusconi (Infophoto) Silvio Berlusconi (Infophoto)

Verdini resterà al suo posto ancora per poco.

 

E perché?

Perché Verdini è stato l’antesignano del rapporto con Renzi. E’ la figura che ha intuito per primo che bisognava accettare la mano che il premier porgeva a Forza Italia, pur essendo una persona politicamente del tutto inutile.

 

Ora che il patto del Nazareno è “rotto” si torna al bipolarismo?

Il patto del Nazareno non è affatto rotto, riprenderà subito. E’ il bipolarismo che è finito.

 

Salvini si prenderà i voti di Berlusconi?

Sì.

 

Tutti?

I voti che non vanno a Renzi andranno alla Lega nord.

 

Salvini può piacere anche ai moderati del centrodestra?

Sì, o perlomeno a quello che resterà del centrodestra. Una parte andrà con Renzi, perché il premier non è di sinistra, mentre la parte del centrodestra più antagonista e più interessato a temi quale quello dell’immigrazione, andrà a infoltire le file della Lega nord. La contrapposizione non è tra Berlusconi e Renzi, ma tra Renzi e Salvini. Anche l’M5S perderà sempre più quota e alla fine il Carroccio avrà solo dei vantaggi.

 

Se Renzi non è di sinistra, che cosa farà la minoranza del Pd?

La minoranza del Pd resterà con Renzi. A meno che Tsipras in Grecia continui ad avere successo, nel qual caso anche la sinistra italiana potrebbe prendere le posizioni di Tsipras. Potremmo così trovarci con un Parlamento composto da quattro formazioni: Pd, Lega nord, M5S e Tsipras. Da un punto di vista politico però Berlusconi non ha più senso. Forza Italia può in parte confluire su Salvini, mentre in parte il destino dell’ex Cavaliere è stato prefigurato da Alfano.

 

Salvini non avrebbe bisogno di un partito del Sud con cui allearsi?

Potrebbe essere appunto Fitto, che infatti è in disaccordo con Berlusconi. Salvini e una parte di Forza Italia formeranno un blocco, e in questo potrebbe rientrare Fitto, mentre dall’altra Ncd farà un accordo per stare con Renzi.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
07/02/2015 - bisogna ringraziare i 5 stelle, Bersani e c. (Claudio Baleani)

Sgarbi ha ragione. La domanda è: ma come ha fatto Renzi a prendere il potere nel PD e a rendere inutile il bipolarismo? E d'ora in poi quando si dirà "politica", che cosa si intenderà? Renzi è riuscito grazie ai 5 stelle. Quella forza politica è solo un agglomerato di voti messi insieme dalla psicosi e incapaci di manovra. Confusamente dicono quello che vorrebbero per il dopodomani, ma per l'oggi non riescono a dire una parola. Ma Renzi deve il suo successo anche alla corrente di sinistra del PD che è andata in tilt per effetto di veti ideologici. Ve lo ricordate Bersani mentre parlava coi 5 stelle in ginocchio, pur di non rivolgersi a Berlusconi? Portato il PD a picco, non restava che Renzi, l'unico con una mentalità da governo e maggioritaria. Ma adesso che succederà? Nessuno lo sa. Io spero che la divisione fra contendenti passi per quel che si vorrà fare e non per opzioni di schieramento, sulle quali Renzi vincerebbe in partenza.