BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

BERLUSCONI vs. RENZI/ Feltri: tempo due giorni e Silvio tornerà dal premier...

Berlusconi è molto arrabbiato sia con Verdini sia con Renzi, ma sono certo che gli passerà presto e che ritornerà a collaborare con il premier sulle riforme. A spiegarlo è VITTORIO FELTRI

Silvio Berlusconi (Infophoto)Silvio Berlusconi (Infophoto)

“Berlusconi è molto arrabbiato sia con Verdini sia con Renzi, ma sono certo che gli passerà presto e che ritornerà a collaborare con il premier sulle riforme”. E’ la convinzione di Vittorio Feltri, editorialista ed ex direttore de Il Giornale, nel momento in cui il clima tra i leader di Pd e Forza Italia sembra essersi fatto burrascoso. “Avvertiamo il rischio che vengano meno le condizioni indispensabili per una vera democrazia e che ci si possa avviare verso una deriva autoritaria”, ha detto il Cavaliere. “Berlusconi che parla di deriva autoritaria è quasi commovente”, gli ha risposto su Twitter Debora Serracchiani.

Berlusconi tornerà a fare opposizione a 360 gradi come ha detto?

Non credo che questa sia la decisione definitiva. La collaborazione con Renzi prima o poi riprenderà, più prima che poi, altrimenti Berlusconi sarà fuori dai giochi.

L’unico modo che ha Berlusconi per contare è continuare a collaborare con Renzi?

Per ora sì, magari più avanti le cose cambieranno. Senza questo aggancio Berlusconi rischia l’irrilevanza, anche perché con i cosiddetti “responsabili” Renzi può dire di essere a posto dal punto di vista dei numeri.

Come si spiegano allora queste dichiarazioni di Berlusconi?

Nascono dalla sua personale irritazione per la vicenda presidenziale. L’irritazione di Berlusconi è rivolta soprattutto a Verdini che lo aveva illuso del fatto che la trattativa con Renzi sarebbe stata così collaborativa che avrebbe contato anche ai fini dell’elezione del capo dello Stato. Quindi adesso Berlusconi ce l’ha tanto con Renzi quanto con Verdini proprio per via di questo ”incidente”.

Ora che cosa accadrà?

Il nervosismo poi gli passerà e Berlusconi continuerà a collaborare con il premier. Non credo che Verdini sarà espulso né che si interromperanno i contatti con Renzi: anzi riprenderanno entro qualche giorno, o magari settimana.

E se Berlusconi si facesse vedere arrabbiato solo per ricompattare Forza Italia?

Arrabbiato lo è stato di sicuro e lo è ancora, anche se poi gli passerà. Ma non ha sicuramente ricompattato Forza Italia, che oggi è il condominio politico più litigioso d’Italia. Sappiamo che le peggiori liti si fanno nei condomini, e Forza Italia è un condominio alle cui liti partecipano anche la portinaia, il postino e chiunque entri. Adesso c’è Fitto, e prima di lui Alfano, Fini e Casini. Ci troviamo di fronte a una situazione talmente caotica che è difficile fare delle ipotesi.

Il 15 febbraio Berlusconi finisce di scontare la condanna ai servizi sociali. Che cosa cambierà?