BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ Folli: la minoranza dem preoccupa il premier più di Lupi

Matteo Renzi (Infophoto)Matteo Renzi (Infophoto)

Un rischio ci può essere sempre, ma non credo che nel breve termine a Renzi verranno dei problemi da parte di Ncd. Il problema di Renzi non è Ncd, quanto piuttosto la frattura con il centrodestra di Berlusconi in un momento in cui non è ancora chiaro quanto può essere determinante la minoranza del Pd.

 

E nel medio-lungo termine?

In futuro Ncd tenderà a dividersi. Soprattutto con una legge elettorale come l’Italicum, una parte finirà per confluire nel Pd e un’altra ritornerà in Forza Italia o cercherà di dare vita a una nuova aggregazione centrista.

 

E’ in atto un conflitto Renzi-pm?

Sì, c’è stata una polemica molto dura, ritengo per un madornale errore commesso dall’Associazione Nazionale Magistrati che ha mancato di rispetto al governo. Di qui in avanti ci potrà essere non dico un conflitto, ma un problema nel rapporto con i magistrati che devono ricordarsi di essere un organo dello Stato e non un potere in grado di contrapporsi al governo.

 

Cosa ne pensa dello zelo con cui i media hanno seguito il caso Lupi, rispetto alle vicende dei quattro sottosegretari indagati?

Lupi è una figura più importante ed era in una posizione di maggior rilievo rispetto ai quattro sottosegretari. Ma soprattutto l’ex ministro appartiene a un partito debole, e questo fatto ha avuto un suo peso. E’ anche per questo che è finito più facilmente al centro delle polemiche. D’altra parte le intercettazioni c’erano e le cose emerse sono abbastanza fastidiose.

 

Così fastidiose da rendere necessarie le sue dimissioni?

Sul piano personale penso che Lupi sia un uomo corretto, ma sul piano del risultato di queste intercettazioni, e quindi del “frullatore mediatico” che si è innescato, la sua posizione si era fatta difficile. Lupi poteva essere difeso se il presidente del Consiglio si fosse esplicitamente schierato dalla sua parte. Così però non è stato, e non lo ha difeso nemmeno il suo partito.

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.